In gruppo italiano Explore / Trekking

Cod. IT341

Italia / Wild Appennino trekking

Thru-hiking sul crinale

Camminiamo lungo il crinale dell'Appennino Tosco-Emiliano, ammirando vedute straordinarie, che spaziano dal Mar Mediterraneo alle Alpi. Una settimana all'insegna dell'avventura, sperimentando la magia e il lato "wild" del dormire in tenda e del thru-hiking, a pieno contatto con la natura.
  • Itinerario

    mappa

    7.09.20 lunedì

    Rifugio Lagdei

    Arrivo individuale dei partecipanti e sistemazione presso il Rifugio Lagdei. La guida sarà disponibile a partire dalle ore 17:00. Dopo esserci sistemati, ci attende un piccolo briefing sul percorso che andremo ad affrontare e sull'equipaggiamento fornito. Cena e pernottamento.

    Pasti inclusi: cena

    Pernottamento: rifugio

     

    8.09.20 martedì

    Rifugio Lagdei – Capanne di Badignana (10 km, +/- 1000 m)

    Partiamo di buon ora da Lagdei percorrendo bellissime foreste di abete e faggio fino a raggiungere il crinale appenninico. Seguiamo la cresta montuosa verso sud-est, godendoci panorami che spaziano dalle Alpi al Mar Tirreno, per poi scendere di quota fino alle Capanne di Badignana, dove ci accamperemo con le nostre tende.

    Pasti inclusi: colazione

    Pernottamento: wild camping / bivacco

     

    9.09.20 mercoledì

    Capanne di Badignana – Lago Squincio/Lago Paduli (12 km, +/- 800 m)

    Questa tappa ci porta nel "cuore" del Parco, con vette che sfiorano i 2000 metri di quota e gli incantevoli Laghi di Sillara, racchiusi in un'area di grande pregio naturalistico.

    Attraversiamo quindi uno dei tratti più selvaggi e meno battuti del crinale, per poi scendere lungo una faggeta sbucando infine nei pressi dei laghi Squincio e Paduli presso cui ci accamperemo.

    Pernottamento: wild camping

     

    10.09.20 giovedì

    Lago Squincio/Lago Paduli – Lago Padule (13 km, +/- 900 m)

    Ci attende una delle tappe più belle dell'intero itinerario, che ci darà la possibilità di scoprire l'Alpe di Succiso con le meravigliose sorgenti del Secchia. Un'escursione appagante sia dal punto di vista escursionistico che da quello naturalistico. Raggiunto il Passo del Cerreto, ci accamperemo poco lontano, in una zona tranquilla nei pressi del Lago Padule.

    Pernottamento: wild camping

     

    11.09.20 venerdì

    Lago Padule – Passo della Pradarena (12 km, +/- 1000 m)

    Proseguiamo il nostro trekking per raggiungere Passo Pradarena. Sostiamo presso l'abitato di Cerreto Laghi per rifornirci di viveri per i giorni successivi, quindi riprendiamo il cammino risalendo il versante settentrionale del Monte La Nuda, dalla cui sommità godremo di un panorama a 360°. Ci attende quindi una lunga camminata lungo il crinale fino a raggiungere il Passo della Pradarena, dove alloggeremo presso l'Albergo-Rifugio Carpe Diem.

    Pernottamento: albergo-rifugio

     

    12.09.20 sabato

    Passo della Pradarena – Lama Lite (12 km, +/- 650 m)

    La penultima tappa del nostro trekking è meno impegnativa delle precedenti: un sali e scendi lungo il crinale tra pascoli e boschi, percorrendo sentieri poco battuti e frequentati, fino a raggiungere i pascoli di Lama Lite dove monteremo il nostro campo tendato, all'ombra dell'imponente Monte Prado.

    Pernottamento: wild camping

     

    13.09.20 domenica

    Lama Lite – Passo delle Radici (12 km, +/- 600 m) + bus navetta fino a Rifugio Lagdei

    L'ultima tappa del trekking ci permette di raggiungere la vetta del Monte Prado, la più alta montagna della Toscana. La discesa verso il Passo delle Radici, attraverso pascoli e boschi antichi, è la degna conclusione di una traversata dal sapore selvaggio, attraverso uno dei parchi nazionali più belli e ricchi d'Italia. Dal Passo delle Radici un bus navetta ci riporterà a Lagdei, concludendo così la nostra avventura.

     

    Per motivi organizzativi o climatici l’itinerario può subire qualche modifica anche a vacanza iniziata. 

     

  • Caratteristiche

    Percorso Thru-Hiking Medio.

    L'itinerario è stato pensato per persone mediamente allenate, abituate a camminare in montagna e con un forte spirito di adattamento. Le tappe sono ben equilibrate, con una lunghezza media di circa 12 km e un dislivello positivo di circa 800 metri. 

     

    Il thru-hiking: qualche cenno.

    Questo termine fu coniato negli Stati Uniti per indicare l’attraversamento a piedi dell’Appalachian Trail, uno dei più famosi e antichi Scenic Trails americani. Ciò che accomuna questi percorsi sono la lunghezza e la natura dei luoghi attraversati.

    L'itinerario proposto è identificato come "thru-hiking", una forma più "estrema" del trekking. Durante questa esperienza, vengono attraversati ed esplorati luoghi insoliti e selvaggi. Oltre al percorso, ciò che differenzia un "thru-hiking" dal classico "trekking" è la necessità di essere autosufficienti per molti giorni, cucinando i propri pasti, dormendo in tenda, lavandosi e rifornendosi d’acqua presso fonti naturali. 

    La molteplicità di ambienti e condizioni climatiche che s’incontrano lungo il percorso comportano numerosi cambiamenti nell’equipaggiamento e nella preparazione dell’escursionista.

    Il thru-hiking porta quindi l’escursionista in una realtà totalmente dissimile dalla vita che riteniamo “normale”: è il mondo dell’esplorazione, del contatto autentico con la natura.

     

    Equipaggiamento

    L’equipaggiamento dovrà essere necessariamente rivisto in un’ottica di alleggerimento che può divenire quasi maniacale: ogni chilogrammo in più sulle spalle concorre a ridurre le probabilità di terminare un thru-hike!

    La varietà di ambienti e di condizioni che il thru-hiker incontra lungo il suo percorso fa sì che il suo equipaggiamento non possa essere perfetto per ciascuna situazione, dovrà essere sufficientemente all’altezza per tutto il viaggio.

    Alleggerire il proprio equipaggiamento significa lasciare a casa molti comfort e, di conseguenza, sviluppare conoscenze e capacità per far fronte a molteplici imprevisti.

     

    Nella quota è incluso un'equipaggiamento adatto ad affrontare il percorso. Sarà fornito a ciascun partecipante il primo giorno del tour dalle guide.

     

    • Lo zaino ultraleggero fornito ha una capacità di circa 50 litri e un peso di 900 grammi. 

    • La tenda: ci sono due tipologie disponibili, una monoposto ibrida e una biposto doppio-telo. Entrambe le tende necessitano dell’uso del bastoncino da trekking (2 per la biposto) per essere montate. Al momento della prenotazione si potrà dare una preferenza per il tipo di tenda. 

    • Il materassino fornito ha la triplice funzione di dare isolamento termico e comfort durante il sonno, di fungere da “sedile” durante le soste, e di agire da schienale dello zaino. Sebbene sia piuttosto sottile (circa 1 cm di spessore) risulta molto isolante e piuttosto confortevole. 

    • I bastoncini da trekking aiutano nella progressione su terreni difficili, riducono lo stress alle articolazioni delle gambe e fungono da paleria della tenda. Al momento della prenotazione si potrà dare la preferenza riguardo al numero di bastoncini richiesti (1 o 2) o se si preferisce non farne uso. 

    • Il sacco a pelo fornito è in piuma d’oca e, nonostante il rivestimento idrorepellente, va accuratamente protetto dall’umidità.  Il sacco a pelo non dovrà in nessun modo essere utilizzato a diretto contatto con la pelle, in quanto dovrà essere obbligatoriamente utilizzato anche il sacco lenzuolo.

    • Il sacco lenzuolo preserva l’igiene del sacco a pelo e ne aumenta le capacità d’isolamento termico. Il suo utilizzo è obbligatorio qualora si utilizzasse il sacco a pelo.

    • Il sacco da bivacco fornito è traspirante e in grado di aumentare notevolmente l’isolamento termico del sacco a pelo e di ridurre significativamente l’effetto di spifferi d’aria che potrebbero penetrare al di sotto della tenda. La combinazione di sacco lenzuolo, sacco a pelo e sacco da bivacco permette di dormire al caldo anche durante notti con temperature di diversi gradi sotto lo zero.

    • Il fornellino da campo e le posate (verrà dato uno spork, una posata in plastica che ha a una estremità un cucchiaio, dall’altra una forchetta; non viene fornito un coltello.)

    • un filtro per l'acqua: vengono accuratamente sterilizzati dopo ogni viaggio e sostituiti frequentemente, tutelando così l’igiene del partecipante. Il filtro è in grado di rimuovere la quasi totalità dei microrganismi presenti nell’acqua. 

    • sacche stagne: verranno fornite a ogni partecipante tre sacche impermeabili con una capacità di 5, di 10 e di 20 litri. All’interno di queste sacche deve essere custodito tutto l’equipaggiamento che deve essere protetto dall’acqua (pioggia, neve, umidità). La sacca da 20 litri è l’ideale per custodire il vestiario, quella da 10 per i sacchi-letto e quella da 5 per le attrezzature tecnologiche (cellulare, fotocamera, powerbank, etc.).

    • zanzariera: potranno essere attraversate aree che possono essere abitate da insetti fastidiosi quali zanzare e midges. 

     

    Tutti i partecipanti devono essere in uno stato di forma psicofisica adatto ad affrontare l’itinerario.

    In caso contrario, l’accompagnatore potrà escludere uno o più viaggiatori dalle escursioni più impegnative per tutelare la loro incolumità e quella del gruppo.

     

  • Come arrivare

    Ritrovo con le guide alle ore 17:00 presso Rifugio Lagdei (PR), raggiungibile solo con auto privata.

     

    RIENTRO

    L'ultimo giorno è previsto un bus navetta di ritorno dal Passo delle Radici a Lagdei, dove arriveremo nel tardo pomeriggio.

     
     

     

  • Pernottamento e pasti

    Sono previste due notti con pernottamento in albergo-rifugio, mentre le restanti in tenda.

    Nella quota è inclusa la colazione e cena presso il Rifugio Lagdei.

     

    Il thru-hiking richiede autosufficienza per molti giorni, cucinando i propri pasti e rifornendosi d’acqua presso fonti naturali. 

     

    Nell'equipaggiamento incluso troverete una tenda, materassino, sacco a pelo, sacco lenzuolo, sacco da bivacco e zanzariera, il fornello da campo, posate e filtro per l’acqua.

    Maggiori dettagli sulla sezione “Caratteristiche” alla voce “Equipaggiamento”.

     

     

  • Materiale informativo

    Alcuni giorni prima della partenza invieremo via mail il documento finale con: 

    • orario e luogo di incontro 
    • indirizzi e numeri di telefono utili
    • eventuali informazioni personalizzate

     

  • Al vostro fianco

    Guida Ambientale Escursionistica AIGAE certificata e specializzata in thru-hiking per tutta la durata del viaggio.

    Il tour è in collaborazione con le guide specializzate di The Walking Robin.

     

Dettagli viaggio

 

da 350 €

7 giorni

Formula vacanza:

in gruppo italiano 

6 - 10 partecipanti + guida certificata AIGAE

 

Date di partenza:

dal 7.09 al 13.09.20

 

Quota per persona in doppia:

350 €

rifugio e wild camping/bivacco

 

Comprende:

  • guida Ambientale Escursionistica certificata AIGAE
  • 1 pernottamento in mezza pensione presso Rifugio Lagdei 
  • 1 pernottamento in Albergo-Rifugio Carpe Diem
  • equipaggiamento ultraleggero (vedi sezione "Caratteristiche")
  • bus navetta di ritorno dal Passo delle Radici a Lagdei
  • assicurazione medico bagaglio base

Non comprende:

  • viaggio da/per Rifugio Lagdei
  • pasti e provviste alimentari
  • colazione e cena presso il Rifugio Carpe Diem

  • bevande
  • quanto non specificato nella "quota comprende"

Documenti:

Carta d'identità in corso di validità

Anche tu in questo momento stai sistemando i tuoi archivi e hai trovato in fondo al cassetto vecchie foto di viaggio? Partecipa al concorso!
Happy to be here è il blog di Girolibero e Zeppelin: distraiti un po' in questi giorni con consigli di lettura, ricette, curiosità e racconti di viaggio.
Ricevi la
Newsletter

Ogni settimana, notizie, curiosità e tante idee di viaggio. Vuoi essere dei nostri?

 

Vorresti viaggiare? Intanto lasciati ispirare e richiedi il nostro catalogo.

Attenzione!

Stiamo lavorando all'aggiornamento delle prossime partenze per questa destinazione.

Chiudi Chiudi
payment