Nuovo tour!

Individuale Trekking

IT210

Italia / Ai piedi del Monte Rosa

Castelli e ghiacciai della Val d’Ayas

Una vacanza rigenerante in Val d’Aosta per gli amanti della montagna, nella Val d’Ayas. La parte alta della vallata è dominata dal Monte Rosa che con i suoi ghiacciai osserverà il vostro cammino. Nella parte bassa della valle il percorso vi regala castelli e miniere d’oro, tutti da scoprire. Paesaggi di grande pregio ambientale, bellissime mulattiere e spettacolari panorami sul Monte Rosa!
  • Itinerario

    1° Champoluc (Ayas)

    Arrivo ad Ayas, cena e pernottamento.

     

    2° Champoluc (Ayas) – Arcesaz (+940 m, -1.067 m, 7 ore)

    La tappa di oggi prevede due salite. La prima conduce a Salomon, stupendo villaggio sopra Brusson dal quale, da un belvedere attrezzato con binocolo, è possibile ammirare gran parte del percorso dei giorni successivi. La seconda salita è necessaria per visitare le miniere d'oro di Chamousira (visitabili prenotando in anticipo). Altro punto di grande interesse della giornata è il castello di Graines, maniero valdostano dove negli ultimi anni sono stati effettuati alcuni interventi di restauro che lo hanno valorizzato. Arrivo ad Arcesa, cena e pernottamento.

     

    3° Arcesaz – Isollaz (Challand-St-Victor) – Verrès (+315 m, -1.253 m, 5 ore)

    Camminate lungo il torrente di Evançon dove trovate dei ponti romani di origine medievale. Dopo aver costeggiato i vigneti di Challand-Saint-Victor si sale a Omens prima di scendere a Verrès. La bella mulattiera vi condurrà sino al castello di Verrès, d'obbligo la visita per poi scendere in paese. Se si ha tempo consigliamo una visita anche al vicino castello di Issogne, uno dei più belli della Valle d'Aosta. Arrivo a Verrès, cena e pernottamento.

     

    4° Verrèes – Challand-Saint-Anselme (+790 m, -160 m, 4 ore)

    Da Verrès, dopo aver visto la collegiata di Saint-Gilles, attraversate l'arboretum "Borna de Laou" con le sue piante esotiche fino a raggiungere la croce di Saint-Gilles. Da questo belvedere si può ammirare tutta la valle centrale e di fronte a voi la caratteristica linea della vetta del Mont Avic. A picco sotto di voi l'abitato di Verrès! Si prosegue sino a raggiungere i ruderi del castello di Ville, uno dei più antichi della Valle d'Aosta, da cui lo sguardo spazia su tutta la bassa val d'Ayas. Entrate adesso nella Riserva Naturale del Lago Ville, consigliamo una piccola deviazione fino al lago. Proseguite raggiungendo il Col d'Arlaz dove sono visibili i resti di una tomba preistorica. Lungo il canale di irrigazione “ru” d'Arlaz arrivate fino alla chiesa di Sant'Anna, posizionata su un cucuzzolo da cui la vista spazia su tutta la bassa val d'Ayas. Arrivo a Challand-Saint-Anselme e pernottamento. 

     

    5° Challand-Saint-Anselme - Brusson (+755 m, - 510 m, 3.5 ore)

    Oggi tappa breve che permette di visitare con calma le miniere d'oro di Bechaz. 

    Alle miniere è stato creato un percorso circolare, arricchito di cartelli illustrativi. Si percorre  buona parte del canale di irrigazione “ru” d'Arlaz fino al torrente Evançon. Arrivo a Brusson, cena e pernottamento. 

     

    6° Brusson – Antagnod (Ayas) (+630 m, -250 m, 5.5-6 ore)

    Questo è il giorno dell’antico canale di irrigazione Ru Courtod: questa impegnativa opera medievale  lunga 30 km captava l'acqua alle pendici del Monte Rosa per irrigare i terreni alti della collina di Saint-Vincent. In quel periodo, particolarmente secco, si era ritenuto indispensabile la costruzione di questa opera che aveva richiesto ben 45 anni di lavoro. La prima parte del ru percorre 14 gallerie ripristinate da poco, in alcuni tratti è anche possibile percorrere il fondo del vecchio ru. In salita, prima del Col di Joux, si passa nei pressi della fontana di Napoleone dove si racconta che, nel maggio del 1800, il generale avesse chiacchierato con un ufficiale austriaco che non lo aveva riconosciuto. Arrivo ad Antagnod, cena e pernottamento.

     

    7° Antagnod (Ayas) – Champoluc (Ayas) (+730 m, -920 m, 7 ore)

    Oggi è il giorno del Monte Rosa che si avvicina sempre di più! Da alcuni punti del Ru Courtod la vista è magnifica e dal Pian di Verraz sarete ai suoi piedi. Il Ru Courtod nasce dal vallone delle Cime Bianche, un ambiente di grande pregio naturalistico dove si trova una delle poche cime calcaree della Valle d'Aosta. Pian-de-Céré e Pian-de-Verraz sono indimenticabili. Nell'ultimo tratto prima di Champoluc il tracciato attraversa un'area in cui sono situate sculture in legno lavorate dai migliori scultori della Valle d'Aosta. La tappa è abbastanza lunga, eventualmente è possibile ridurla effettuando l'ultima parte del percorso da Saint-Jacques sino a Champoluc con l'autobus. Arrivo a Champoluc, cena e pernottamento.

     

    8° Champoluc (Ayas)

    Dopo colazione fine dei servizi.

     

    Nonostante la nostra intenzione sia di rispettare il programma indicato, per motivi organizzativi o climatici l’itinerario potrebbe subire qualche lieve modifica, anche in loco.

     

     

  • Caratteristiche

    Itinerario medio (E).

    Tappe giornaliere con dislivelli di 300-900 m in salita e discesa. Da segnalare che alcune giornate prevedono dei percorsi più impegnativi con dislivelli in discesa anche di 1.200 metri. Dalle 3.5 alle 7 ore di cammino al giorno. Quota minima 380 m.s.l.m.; quota massima raggiunta: 2.330 m.s.l.m.. Se avete abituato i piedi a percorrere lunghi cammini e ogni tipo di terreno, questo trekking soddisferà la vostra fame di avventura. Ingredienti base per la riuscita della vacanza: un equipaggiamento tecnico, una buona dose di allenamento e di resistenza.

     

    Corpo e spirito sono trepidanti nell’attesa di affrontare una nuova faticosa e gioiosa avventura a piedi? Questo trekking fa al caso vostro: l’atteggiamento è giusto e il percorso saprà soddisfare la vostra sete di asperità. L’emozione non deve offuscare la consapevolezza delle difficoltà, ma acuire i sensi e chiamare a raccolta le forze.

     

  • Come arrivare

    Ayas è una località frammentata in numerosi villaggi, fra cui Champoluc. 

     

    IN AUTO

    Autostrada A5 Torino-Aosta (da Torino) oppure A4 Torino-Milano e successiva bretella di collegamento con A5 (da Milano) - uscita Verres - SR45 fino a Champoluc - indicazioni per Frachey-impianti di risalita.

     

    IN TRENO

    Stazione di riferimento: Verrès. Da Verres autobus di linea per Champoluc (1 ora).

    Per orari: Linea Verrès-Ayas

     

  • Pernottamento e pasti

    Hotel 2/3*, chambre d’hôtes, b&b e rifugi. Camere con servizi privati. 

    Sono incluse le colazioni e le cene (bevande escluse).

     

     

  • Materiale informativo

    Al vostro arrivo in hotel è prevista la consegna delle mappe, degli itinerari e di tutte le informazioni necessarie per orientarsi in autonomia.

    Per poter sfruttare al meglio le informazioni per il percorso consigliamo caldalemente di avere con voi un cellulare dal quale è possibile scaricare l’applicazione appositamente ideata per seguire il percorso anche con tracce GPS.

     

  • Al vostro fianco

    Per tutta la durata della vacanza avrete a disposizione due numeri di assistenza da contattare solo in caso di necessità: il nostro in Italia e quello del nostro collaboratore locale.

Dettagli viaggio

 

da 790 €

8 giorni / 7 notti, cene incluse

Formula vacanza:

individuale

 

Data di partenza:

ogni giorno dal 15.05 al 31.10.17

 

Quota per persona:

790 €

minimo 2 persone

 

Comprende:

  • 7 pernottamenti in mezza pensione
  • trasporto bagagli
  • materiale informativo
  • assistenza telefonica
  • materiale informativo

Non comprende:

  • viaggio da/per Champoluc
  • pranzi e bevande ai pasti
  • ingressi
  • extra
  • quanto non specificato

 

Documenti:

Carta d’identità in corso di validità.

Iscriviti alla
newsletter

Per essere sempre informato sui nostri viaggi e iniziative!

 

Partecipa al nostro concorso con le foto o il racconto della tua vacanza Zeppelin!

 

payment