(22 impressioni)

In gruppo italiano Bicicletta

CZ004

Germania, Repubblica Ceca / Ciclabile dell'Elba e della Moldava

Da Praga a Dresda

Un tour diventato ormai un classico sui pedali: da Praga a Dresda, attraversando due nazioni immersi in splendidi paesaggi naturali e seguendo il corso del fiume Elba. Lungo il percorso incontreremo il castello rinascimentale di Melnik, traghetteremo sulla Moldava e pedaleremo attraverso i fitti boschi del parco di Kokorinsko, fino ad arrivare alla tristemente nota città di Terezin. Prima di raggiungere la nostra tappa finale ci rilasseremo alle terme di Bad Schandau, rinomate per le acque ferruginose e i trattamenti Kneipp. Infine arriveremo a Dresda, ma solo dopo aver ammirato gli stessi paesaggi del Canaletto, che qui visse e lavorò. Oltre a tutto ciò, una fetta di strudel, un boccale della tipica birra e magari un piatto di gnocchetti renderanno il nostro viaggio più goloso!
  • Itinerario

    1° Praga... la notturna.
    Accoglienza e sistemazione in hotel dalle 18:30. Dopo cena, lasciatevi tentare dalla bella Praga “by night” con il suggestivo centro storico medievale, i vicoli labirintici e il famoso Ponte Carlo. Pronti ad innamorarvi? Perché, come dice Kafka, “Praga non ti lascia andare... È una piccola madre con gli artigli. L'unica cosa è arrendersi.”

    2° Praga – Melnik (60 km).
    Tutti sui pedali, si parte! Dallo stupendo parco pubblico Stromovka inizia la ciclabile che corre parallela alla Moldava. Zigzagando tra i campi di grano di Klecany, e lungo il corso del fiume, arriviamo al minuscolo abitato di Luzec, dove incontriamo David: il nostro amico traghettatore ci regalerà una breve e rilassante traversata sulla Moldava. Durante gli ultimi chilometri della giornata pedaliamo immersi nella campagna, fino a raggiungere l’altura dove sorge l’antica Melnik, con il suo castello rinascimentale e il suo ordinato centro storico.

    3° Melnik – Litomerice (50 km).
    Lasciata Melnik pedaliamo lungo l’Elba e, con una breve deviazione, passiamo per il parco nazionale Kokorinsko, in cui sorgono alcuni dei castelli più belli della zona. Arrivati al paese di Steti, abbandoniamo i fitti boschi di conifere per raggiungere la cittadina barocca di Roudnice nad Labem, con la bellissima piazza del Castello. Tra campagne e coltivazioni di luppolo arriviamo a Terezin, tristemente famosa per il suo campo di concentramento, e infine a Litomerice, splendido centro culturale della Boemia. Nell’arco della giornata spazio anche al sapore: con un po’ di fortuna, durante il tragitto potremo trovare prugne e ciliegie selvatiche, per gustare questa splendida campagna con tutti e cinque i sensi.

    4° Litomerice – Decin (50 km).
    Da Litomerice pedaliamo verso Usti nad Labem, costeggiando l'Elba che serpeggia placidamente al nostro fianco, tra dolci colline ricoperte di fitti boschi. E’ tempo di una tappa golosa a base di strudel: ci fermiamo quindi sul belvedere del tenebroso castello di Strekov, che ispirò Goethe e Wagner. Nel pomeriggio arriviamo a Decin, cittadina situata ai confini del grande parco nazionale della Svizzera Boema e circondata da una foresta: ci aspetta l’ultimo castello ceco, con un grande e profumato roseto, da visitare prima di entrare in Germania. 

    5° Decin – Bad Schandau (30 km).
    Pedaliamo per 10 km e, prima del confine con la Germania, traghettiamo sulla sponda sinistra dell’Elba dove troviamo il paesino di Hresko e il Parco Nazionale Narodni-Ceske Svycarsko che potremo apprezzare durante una facile passeggiata. Il parco è un ampio insieme di foresta e rocce arenarie, e la sua principale attrazione è il Monumento Nazionale alla Natura, il Pravcicka brana, un ponte naturale in pietra, unico in Europa. Nel pomeriggio raggiungiamo la cittadina di Bad Schandau per un po’ di meritato relax alle terme. Bad Schandau è una delle più grandi località termali specializzate nelle cure Kneipp, che prevedono l’alternanza di acqua calda e fredda per stimolare i vasi sanguigni: proprio quello che ci vuole dopo quattro giorni sui pedali!

    6° Bad Schandau – Dresda (45 km).
    Solo 5 km in bici e un breve tratto di traghetto + bus ci separano dalla Fortezza di Königstein, una delle più grandi d’Europa, un vero e proprio museo storico-militare all’aperto. La giornata prosegue pedalando fino a Dresda, dove arriviamo nel tardo pomeriggio, dopo esserci fermati a Pirna per una sosta presso la casa del Canaletto con i suoi maestosi frontoni a punta.  

    7° Dresda.
    In mattinata lasciamo la bici in hotel e ci salutiamo. Consigliamo di prendervi un po’ di tempo prima del rientro per visitare Dresda, una città che mescola modernità e storia, ricchissima di architettura, musei e collezioni d’arte che le hanno valso il soprannome di “Firenze dell’Elba”. Rientro individuale a Praga o direttamente in Italia.

    N.B. Nelle cittadine più piccole il gruppo potrebbe essere diviso in due alberghi.

     

    Nonostante la nostra intenzione sia di rispettare il programma indicato, per motivi organizzativi o climatici l’itinerario potrebbe subire qualche lieve modifica, anche in loco. In caso di chiusure di musei, monumenti e siti non prevedibili al momento della pubblicazione del presente programma, ci riserviamo il diritto di sostituire la visita con altri luoghi di interesse, anche in loco.


     

  • Caratteristiche

    Percorso per la maggior parte pianeggiante su strade a basso traffico e piste ciclabili, in ambienti rurali e cittadini. Alcune tappe presentano più saliscendi, con alcune brevi salite che si possono comunque affrontare anche a piedi. Sono presenti dei tratti di sterrato, facile.

     

    Se ritenete che usare la bici sia sempre e comunque più comodo che “affrontare” 200 mt a piedi per raggiungere il panificio, se non vi spaventano i cavalcavia e le brevi ascese, se avete sviluppato una certa dipendenza alle vacanze in bicicletta, allora questo è il tour che fa per voi. Più che una vera e propria preparazione fisica, avete lo spirito giusto per spingere sui pedali o scendere e spingere la bicicletta.

     

     

  • Come arrivare

    Il nome dell’hotel d’arrivo vi sarà comunicato nel DOCUMENTO FINALE qualche giorno prima della partenza. Sarà facilmente raggiungibile dalla stazione dei treni di Praga in bus o in taxi.

     

    IN AEREO

    Ecco i siti delle principali compagnie aeree low-cost e di linea per raggiungere Praga:

    Easyjet da Milano Malpensa e Roma Fiumicino

    Smartwings da Cagliari, Catania, Lamezia Terme, Milano Malpensa, Napoli, Olbia, Roma Fiumicino

    Wizzair da Bari, Milano Malpensa, Bergamo, Napoli, Roma Fiumicino, Treviso

    Czech Airlines Catania, Lamezia Terme, Milano Malpensa, Roma Fiumicino

    Alitalia da Roma Fiumicino

     

    Dall’aeroporto per raggiungere la città potrete prendere: il bus 119 (corrispondenza della metro linea A) oppure il bus 109 (corrispondenza della metro linea B). Il tempo di percorrenza è di circa 25 minuti.
    In alternativa la navetta Airport Express in 35 minuti vi porterà dall’aeroporto alla stazione dei treni di Praga.
    Per maggiori informazioni consultate il sito dell’aeroporto di Praga: www.prg.aero


    Se non avete dimestichezza con internet (o se non avete una carta di credito) possiamo effettuare la prenotazione per conto vostro con un piccolo sovrapprezzo. La regola per tutti: PRIMA PRENOTI, MENO PAGHI! Non aspettate: chiedeteci un preventivo.

    IN TRENO
    Non esistono collegamenti diretti dall’Italia a Praga, dovete prevedere diversi cambi. Orari e prezzi sui siti Trenitalia oppure www.bahn.com. Dalla stazione potete raggiungere l’hotel in 15/20 minuti in metro o in bus.

    IN AUTO
    A seconda della città di partenza ci sono diversi itinerari per raggiungere Praga.Viamichelin.it o altri siti sono disponibili per aiutarvi a calcolare il percorso più breve.
    Vi ricordiamo che in Austria per circolare sulle autostrade è necessario avere il bollino autostradale (8,80 euro per 8 giorni) acquistabile in tutti gli autogrill prima del confine.
    Per quanto riguarda la viabilità locale, vi raccomandiamo di controllare con attenzione tutte le norme stradali prima della partenza sul sito www.viaggiaresicuri.it. 

    PARCHEGGIO
    Potrete lasciare la vostra auto nel garage privato dell’hotel al costo di 13 € al giorno. 
    In alternativa nelle vicinanze dell’hotel troverete un parcheggio pubblico al costo di 7,50 € al giorno.

     

  • Pernottamento e pasti

    Il tour include 6 pernottamenti in hotel 3/4* in camere singole/doppie con bagni privati. Sono incluse la colazione, e 3 cene (escluse bevande e le cene a Decin, Bad Schandau e Dresda)
    Su richiesta, con pagamento anticipato, è possibile prenotare delle notti extra ad inizio e fine tour. Queste non saranno incluse nell’assicurazione medico-bagaglio.


    In rari casi è possibile che il gruppo venga diviso in due strutture diverse, il più possibile vicine tra di loro.


    Vi ricordiamo che le categorie dell’hotel sono assegnate in base alla classificazione prevista nella nazione ospitante; ci potranno pertanto essere alcune differenze rispetto alla classificazione italiana. Per esempio aria condizionata e ascensore non sono sempre presenti.
    Specialmente nella Repubblica Ceca, i paesi attraversati saranno molto piccoli e caratteristici, con poca disponibilità alberghiera: non aspettiamoci quindi hotel lussuosi, piuttosto hotel in linea con la classificazione del paese, comunque buoni, puliti e confortevoli. A Praga, il nostro hotel si trova nella zona fiera (Praga 7), comoda per l’uscita in bici dalla città. A Dresda, ottimo hotel 4* centralissimo.

     

    ATTENZIONE: nei rari casi in cui non si verifichino le condizioni per un abbinamento, a chi viaggia da solo verrà richiesta una quota forfettaria pari al 50% del supplemento singola. Tale supplemento sarà rimborsato in caso si concretizzi in seguito l'effettivo abbinamento.

     

  • Bici e accessori

    Citybike robuste ed affidabili, dotate di cambio a 21 o 27 rapporti Shimano Deore con comandi a leva posti sul manubrio. Sono munite di copertoni anti foratura Schwalbe Marathon, sella comfort in gel, borsa laterale impermeabile “Ortlieb” (capacità 12 litri), portaborraccia, luci, portapacchi e parafanghi. I freni sono del tipo V-brake, pertanto si deve prestare particolare attenzione nelle discese a non premerli troppo a fondo per il rischio di bloccare le ruota, soprattutto quella anteriore. Ricordiamo, al fine di evitare spiacevoli cadute di catena, che il cambio non va mai utilizzato da fermi e nemmeno sotto sforzo (ad es. nel bel mezzo di una salita). Le bici sono disponibili nei modelli unisex/donna e uomo, con telaio di diverse misure. In pista ciclabile si tiene la destra e si procede in fila indiana seguendo sempre l'accompagnatore. Il ritmo è dato dalle persone più 'lente' e per questo il gruppo si fermerà sempre, quando necessario, per attendere eventuali 'ritardatari’.

     

    Le bici sono equipaggiate con:

    • lucchetto;
    • borsa laterale Ortlieb.  

    Anche se non è obbligatorio, il casco è sempre consigliato. Non vi verrà tuttavia fornito, per questo consigliamo di portare il vostro caschetto personale.

     

     

  • Materiale informativo

    Alcuni giorni prima della partenza, solo se effettuato il saldo,vi invieremo vai mail il DOCUMENTO FINALE con la conferma dell'orario e del luogo di incontro, indirizzi e numeri di telefono utili, nome e numero dell’accompagnatore ed eventuali info personalizzate.

     

  • Al vostro fianco

    Accompagnatore Girolibero per tutta la durata del viaggio. Vi ricordiamo che i nostri accompagnatori non sono guide turistiche-culturali né animatori da villaggio, ma hanno la funzione di coordinare il gruppo e guidarlo lungo il tragitto. Alcuni sono professionisti, altri lo fanno semplicemente per passione, ma in entrambi i casi il comune denominatore è la buona conoscenza di una lingua e il sapersela cavare in “quasi” ogni situazione.

     

    Per tutta la durata del viaggio avrete a disposizione due numeri da contattare in caso di necessità: il nostro numero di emergenza in Italia ATTIVO OGNI GIORNO DALLE 8:00 ALLE 20:00 e quello dell’accompagnatore.

  • 22 Impressioni di viaggio
    • Antonio

      Vacanza del 29 luglio - 04 agosto 2017

      Pubblicazione 18 agosto 2017

      Vacanza assolutamente da consigliare, si riesce ad assaporare in pieno il piacere dello spostamento in tutta libertà.
    • Fabio

      Vacanza del 05-11 agosto 2017

      Pubblicazione 17 agosto 2017

      Come prima esperienza è stata molto positiva sia per il gruppo che per l' accompagnatore..
    • Rita Maria

      Vacanza del 05-11 agosto 2017

      Pubblicazione 16 agosto 2017

      Bellissima vacanza in bici, su ciclabili immerse nella natura.
    • Giovanna

      Vacanza del 29 luglio - 04 agosto 2017

      Pubblicazione 09 agosto 2017

      Viaggio facile lungo il fiume, ideale per chi deve lascare alle spalle lo stess di casa.
      Però si pedalava veloce. Facile ma intenso!
    • Angela

      Vacanza del 2016

      Pubblicazione 23 settembre 2016

      Un viaggio molto bèllo come gruppo e come è stato organizato
      bei paesaggi e molto cultura mangiato bene a parte una sera.
      Gli accopagnatori bravi e sinpatici
      Solo che io non riesco trovare la bicicletta da uomo che vada bene
      per me mi dispiace perchè sono abituata con quella da uomo
      spero il prossimo viaggio di averla.
      Tanti saluti
    • Luisa

      Vacanza del 24-30 luglio 2016

      Pubblicazione 18 settembre 2016

      Un classico delle ciclabili, concilia un po' tutto: paesaggi di campagna, castelli, la veduta rilassante della Moldava e dell'Elba, la meraviglia di Praga all'inizio e la sorpresa di Dresda a fine itinerario (è meno conosciuta ma secondo me altrettanto bella). Non ultimi, il gulasch alla locanda "U Dubu" e le ottime birre ceche (in particolare Gambrinus e Urquell).
      Se poi si ha la fortuna di viaggiare con una compagnia simpatica come è capitato a me e a mio marito, il gioco è fatto!
      In gambissima anche la nostra accompagnatrice Claudia!
    • Monica

      Vacanza del 14-20 agosto 2016

      Pubblicazione 13 settembre 2016

      Viaggio davvero emozionante, paesaggi bellissimi, rilassanti. il gruppo,la guida e l'assistenza bagagli e bici ottimi. E che dire delle mitiche "arancioni"? bellissime e comodissime, davvero eccezionali!! ultimo ma non meno importante il tempo è stato perfetto!!! di sicuro ripeterò una esperienza Zeppelin!!
    • Patrizia

      Vacanza del 17-23 luglio 2016

      Pubblicazione 13 settembre 2016

      È stata una vacanza piacevole,, hotel confortevoli giornate ricche di scoperte ed intense. Consiglio il giro ai prossimi viaggiatori. Colgo l'occasione per esprimere particolare ringraziamento agli accompagnatori: Claudia e Claudio per la loro disponibilità e professionalità, persone meravigliose.
    • Ivana

      Vacanza del 07-13 agosto 2016

      Pubblicazione 12 settembre 2016

      Bel giro e ben organizzato. Si può forse migliorare mettendo un'altra persona che chiude il gruppo e fa da scopa anche se il gruppo è piccolo.
    • Antonio

      Vacanza del 07-13 agosto 2016

      Pubblicazione 12 settembre 2016

      Questo viaggio è stato fantastico in ogni punto di vista.
      Praga è una città magica,accogliente e piena di sorprese,ogni luogo facilmente raggiungibilie a piedi,ma anche i vari mezzi di trasporto,sono ottimi.Valentina e Giulia in maniera eccellente,mi hanno consigliato bene il primo pernotto a Praga,presso hotel Atlantic,si è rilevato un punto strategico per visitare la città in due giorni,in maniera divina,oltre il facile raggiungimento con i mezzi di trasporto all'hotel Galaxi,per l'incontro e la partenza in bici.
      Claudia si è rilevata una persona molto preparata, bravissima,attenta a ogni luogo visitato con spiegazione dettagliata,ogni nostro problema sempre pronta a essere presente nel risolverlo.Claudio,bravissimo anche lui,si è
      prodigato nel caricare e trasportare ogni volta i nostri bagagli,
      ma anche in alcuni casi a sistemarli in maniera impeccabile presso gli alberghi,le biciclette a controllarle in maniera scupolosa,perchè funzionassero in maniera perfetta.Io ho fatto del mio meglio come scopa del gruppo,per aiutare Claudia e il resto del gruppo si è rilevato molto bravo e attento,avevamo anche un ragazzo di 13 anni,come le due famiglie di Girolibero, con i rispettivi minori due a testa,perfetti,incontrandoci spesso in varie occasioni,a colazione o cena in albergo.
      Il tempo,a parte il 10/08 e il 11/08,con due piogge mattutine (fa parte anche del viaggio,altrimenti non avrebbe senso),abbassamento delle temperature,è stato eccezionale,soleggiato e buon gradimento.I luoghi visitati,cominciamo con i territori percorsi,costeggiati dal fiume,ricchi di alberi da frutti sparsi per le strade,coltivazioni varie come il luppolo per la birra,alternarsi
      di viste spettacolari immersi nella natura per rigenerarsi e ossigenarsi.Le città,con delle stupende piazze,case molto curate,pulizia e rispetto dell'ambiente,persone accoglienti e molto umili.Le sorprese poi non sono mancate,con visite ai castelli arroccati,fortezza con il suo pozzo (il secondo più profondo in Germania),il parco visitato a piedi,alla fine con un arco naturale e una vista mozzafiato.
      Il cibo di buona qualità,i dolci,le birre,ma anche le terme tedesche per curare il corpo e la mente (è obbligatorio entrare nelle saune completamente nudi,insieme alle donne,senza problemi,in un clima euforico e di estasi).Le piste ciclabili,strade alternative ben segnalate,il saluto e il sorriso nell'incrociare vari ciclisti,come noi piene di entusiasmo e voglia di vivere.Dresda,infine un'altra città piena di sorprese,patrimonio dell'Unesco,dove si è rilevato azzeccato un altro pernottamento,in attesa del secondo viaggio in bici.
      Concludo con il dire che nei vari viaggi in bici,avevo escluso la Praga-Dresda,ma adesso mi sono convinto di essere stato uno dei migliori effettuati,non ho parole per definire in maniera splendida e ne sono orgoglioso.Grazie a tutti,ma anche Zeppelin,con la sua pluriesperienza,ha dimostrato di essere in grado di avere pochi rivali,al confronto.
    • Claudio

      Vacanza del 07-13 agosto 2016

      Pubblicazione 12 settembre 2016

      Molto contenti
    • Sara

      Vacanza del 14-20 agosto 2016

      Pubblicazione 12 settembre 2016

      Bellissima esperienza, ottimo itinerario, piste ciclabili immerse nel verde per buona parte del tragitto, città di partenza e arrivo molto suggestive, paesi/cittadine incociate nel percorso non molto grandi ma carine, luoghi/siti visitati (castello, parco naturale con arco sulla roccia, fortezza) molto interessanti. Anche la sosta alle terme ha aggiunto punti alla vacanza.
      L'accompagnatrice Claudia è stata una guida speciale molto professionale, simpatica, presente, attenta, disponibile, e con una grande capacità organizzativa.
      Così anche le bici e il servizio bici/bagaglio gestito dal mitico Claudio è stato eccezionale.
      Il tutto accompagnato da una bellissima settimana di sole, mai usata la nuova mantellina per la pioggia acquistata giusto per l'occasione .... ah ah
      Soddisfatta della vacanza!!!
    • Sara P.

      Vacanza del 2016

      Pubblicazione 12 settembre 2016

      Tornati da viaggio Praga-Dresda bellissima esperienza: un'accompagnatrice eccezionale, assistente bici - bagagli simpatico e professionale, un bel gruppo, paessaggi da sogno, siti visitati interessanti il tutto con un clima ideale e neanche goccia di pioggia!!! Soddisfatta
    • Paola

      Vacanza del 14-20 agosto 2016

      Pubblicazione 12 settembre 2016

      L'esperienza è stata molto positiva sia dal punto di vista
      del gruppo che per l'itinerario e le tappe proposte.
      Ho apprezzato molto la ciclabile percorsa che affianca
      sempre il fiume ed è ben mantenuta.
      La guida è stata molto professionale e simpatica,
      molto brava a programmare le soste e le visite.
    • ATTENZIONE
      Le seguenti impressioni sono state pubblicate prima del nuovo sistema di rating

      Barbara

      Vacanza del 2015

      Pubblicazione 12 agosto 2015

      Tornata ieri dal tour in bici Praga Dresda! vacanza indimenticabile! 16 sconosciuti! diventati amici per la pelle! gruppo di persone meravigliose! Volevo fare saper a Zeppelin della immensa BRAVURA e ABILITA' della guida Claudia, e di non farvela scappare!! e' tedesca e oltre a parlare italiano meglio di me, ha mille qualita': buona, dolce, disponibile, sempre presente! Dava tutta sè stessa al gruppo. Complimenti anche a Claudio il meccanico, altrettanto presente e amabile. Una coppia vincente. Grazie di tutto, siete n°1!
    • Silvia

      Vacanza del 2013

      Pubblicazione 12 agosto 2013

      Ciao Valentina!!

      Rieccomi rientrata, ormai da qualche giorno... , dal giro Praga - Dresda... che dire?? E' stata un'esperienza bellissima e unica.... grazie anche ai due accompagnatori, Andrea e Antonio ... ai quali va nuovamente un ringraziamento speciale!

      Ci sentiamo prox anno.... nuovamente in sella .... altra destinazione!

      Alla prossima allora!!

      Buona giornata!!


      Silvia
    • Rita

      Vacanza del 2008

      Ho trascorso proprio una bella vacanza. Ringrazio di ciò Alberto, generoso e disponibile all’inverosimile, Daniele per la sua gentilezza, i pazienti compagni di viaggio Antonio di Roma e Gianni di Vicenza e tutta l’allegra compagnia che ha reso il viaggio divertente e meno faticoso, Il percorso è vario e il paesaggio gradevole. Il tempo bello ha contribuito all’andamento positivo della vacanza. un saluto
    • Praga-Dresda

      Vacanza del 2006

      io mi sono trovata molto bene, anche se, non essendo molto allenata in bicicletta (la preparazione di base ce l'ho, ma non da bici) sono arrivata alla fine della vacanza un po' stanca. Avevo preso la bici la volta precedente in Irlanda e quel giro, bellissimo, è stato a mio avviso, meno stancante.
      Con questo siete stati chiari sul numero di km giornalieri, purtroppo sono aumentati a causa dell'esondazione dell'Elba.
      Forse il dire che è un giro in assoluto relax, alla portata di tutti, può ingannare, anche se sul numero di Km eravamo preparati, poi l'esagerazione è un problema mio, perchè voglio strafare ed essere abbastanza in testa. Spero che possiate gradire questi commenti che giustamente chiedete per cercare di migliorare, la vacanza è stata comunque bellissima, il paesaggio stupendo, la compagnia ottima, per cui spero di ripetere la vacanza in bici (con un po' di allenamento), ciao a tutti e...attendo con ansia l'esito del concorso!
    • Sara

      Vacanza del 2004

      Il viaggio tra Praga e Dresda è stato fantastico! Sia le città, che la pedalata, che il gruppo, che gli accompagnatori!! Dario è una forza e Giampe te lo abbiamo restituito tutto intero, pronto per la Krimml-Salisburgo!!
      Peccato siano già finite le vacanze :-(
    • Patrizia

      Vacanza del 2004

      Ciao,
      grazie a voi ho trovato il mio tipo di vacanza ideale e mi sono avvicinata
      alla mia grande passione "la bicicletta".
      L'anno scorso ho fatto la Passau-Vienna e quest'anno Praga-Dresda entrambe mi sono piaciute moltissimo e vi faccio i miei complimenti per la vostra organizzazione, la simpatia e disponibilità degli accompagnatori e tutto quello che gira intorno ad una vacanza in bici.
      Vi saluto e continuate così.
      Al prossimo giro.
    • Domenico Rosati

      Vacanza del 2004

      Il viaggio da Praga a Dresda dura il tempo di un sogno. La porta è proprio lì, di fianco all'albergo. Subito la vedi. Dicono che sia un parco circondato da un muro. Fai due passi, curioso. Entri: una selva. Ma… non iniziava così anche un altro viaggio?
      Niente paura, questa è una macchia di verde e di pace. Immensa. Entrare in bici e perdersi è un brivido di piacere, sottile. La lasci e già senti che ti manca. Dall'altra parte ti aspettano Praga e il gruppo.
      Praga è un rebus, un puzzle dai mille colori. Un Castello che…sembra Edimburgo guarda sornione una piccola Senna. Un boulevard francese, la Parizska, schiaccia il ghetto ebraico contro una curva del fiume. La Karlova e il ponte Carlo un fiume di gente; esci dalla corrente, volti l'angolo ed ecco viali e piazzette sospesi nel silenzio. Arroccata sui palazzi, ovunque, una selva di statue che ti guardano, minacciose o annoiate.
      Praga ti ubriaca. Chiese gotiche e palazzi barocchi; gente cordiale, gente scontrosa; turisti e studenti. A notte i gabbiani sbattono contro il Teatro Nazionale, folene impazzite.
      Praga non è una , ma mille città. Praga romantica o ruffiana, capitale e paese.
      Praga che un racconto non basta.
      Il gruppo. La mattina dopo pedala lontano. Siamo ventisette e due guide. Età da meno trenta a più sessanta, ma già dalla prima sera la sintonia è perfetta. E questa mattina non siamo più un gruppo, ma una banda. Che scende a valle, rotola lungo il fiume, si arrampica sulle colline.
      Dei quattro giorni, è il percorso più duro, ma non ci basta. Per allungarlo, Antonio, la guida, sbaglia strada un paio di volte: adesso siamo felici. Poi anche pioggia e vento. Ma al momento giusto il cielo si apre: arriviamo a Melnik, fine della prima tappa. L'ultima salita, la più dura, tra il vecchio paese e i vigneti. A valle la Moldava e l'Elba si uniscono , gigantesche dita d'argento. Immagine nitida ancora oggi vibrante nella memoria.
      Il giorno dopo siamo di nuovo in sella. Altre chiacchiere, altro fiume, altre colline. Il gruppo adesso è puro piacere, un abbraccio che ti culla e ti riscalda. Se esistesse un tandem per trenta, sarebbe di sicuro per noi. Ci accompagna il vento. Paesini medioevali, campagne da cartolina, un'imponente centrale nucleare (coraggio, pedaliamo più in fretta !).
      Alla sera il sogno ci porta a Litomerice. L'albergo si affaccia su una piazza che risplende di storia, le pareti esterne sono affreschi con colori vivaci, l'interno ci spalanca Hollywood. Ogni stanza è una suite per ciclisti nababbi, con salotto ed idromassaggio. Domani pedalare sarà ancora più facile.
      Il mattino è radioso, la strada scivola sotto le bici anche quando siamo in salita, chiunque ti pedali di fianco è un amico. In un giorno così pensi che niente possa essere mai accaduto di male. E poi.
      E poi “maledetta la terra che ha bisogno di eroi”.
      Quasi alla fine del viaggio, in mezzo a un tripudio di verde che la rende perfino bella, la fortezza di Terezin. Prima carcere austro-ungarico, poi campo di concentramento nazista, per lo sterminio soprattutto di bambini. Che altro c'è bisogno di dire? Poco lontano il ghetto di Terezin. Oggi, come prima dello sterminio, è una piccola cittadina. Dopo una visita al Museo storico, la giriamo in bici. Ovunque silenzio. Le case qui costano poco, ci dice la guida. Non ci vuole abitare nessuno.
      A breve distanza ci accoglie Decin. Ci riporta in alto il suo Castello bianco, a picco su un dirupo, il laghetto di fronte all'albergo, i locali vivaci.
      L'ultima tappa è la più bella. Seguiamo sempre l'Elba su una ciclabile tra alberi e montagne con piccoli canyon. Entriamo in Germania, borghi da fiaba, il paesaggio è più dolce, i dolci, e che dolci, interrompono il viaggio. I prati si allargano di fianco al fiume, il fiume entra a Dresda e noi con lui.
      E' l'ultima sorpresa. Una città luminosa e moderna. Di spiagge e concerti lungo l'Elba, di studenti sdraiati sulle rive come lucertole al sole. Di colline attorno come una corona leggera.
      Il centro è un palcoscenico di chiese e palazzi, slanciati e splendenti. Alcuni, incastonati in un labirinto di giardini, contengono in sé un dedalo di opere d'arte. E' la Firenze sull'Elba.
      I sogni più belli sono quelli prima dell'alba. Stasera i baci e i saluti, gli indirizzi a legarci come tela di ragno. Ma domani il viaggio finisce.
      Anzi no: si ripassa per Praga, la città dagli innumerabili volti. E per il prossimo viaggio l'attesa non lunga, il sogno non ancora finito.
    • Caterina

      Vacanza del 2002

      Grazie a Zeppelin per la bella esperienza.
      Un particolare ringraziamento a Dave ed Antonio per la professionalità e disponibilità dimostrata e soprattutto per aver saputo , sin dai primi momenti, creare un clima amichevole e un grande affiatamento tra tutti i componenti del gruppo .
  • 1 Varianti
    • Bicicletta

      Germania, Repubblica Ceca

      Ciclabile dell'Elba e della Moldava

      Da Dresda a Praga

      7 giorni / 6 notti da 640 €

Dettagli viaggio

 

da 640 €

7 giorni / 6 notti

Formula vacanza:

in gruppo italiano

 

Date di partenza:

sabato dal 22.07, 05.08 e 19.08.17
partenze da Dresda sabato 29.07 e 12.08.17

 

Quota per persona in doppia:

640 € hotel 3/4*

 

Comprende:

  • 6 pernottamenti con colazione
  • 3 cene (escluse bevande e cene a Decin, Bad Schandau e Dresda)
  • trasporto bagagli
  • accompagnatore Girolibero
  • mezzo di supporto
  • assicurazione medico/bagaglio

Supplementi:

170 € camera singola
75 € noleggio bici

 

Documenti

Sia per la Repubblica Ceca che per la Germania sono sufficienti la carta d’identità o il passaporto in corso di validità.
Attenzione: la legge della Repubblica Ceca prevede che i minori di 15 anni devono avere un proprio passaporto: il documento sostitutivo della carta di identità (foto autenticata rilasciata generalmente ai ragazzi fino a 14 anni) non è accettato dalle Autorità locali.

Iscriviti alla
newsletter

Per essere sempre informato sui nostri viaggi e iniziative!

 

Partecipa al nostro concorso con le foto o il racconto della tua vacanza Zeppelin!

 

Attenzione!

Questo è il programma del tour 2017. Stiamo lavorando all'aggiornamento per il 2018!

Chiudi Chiudi
payment