(16 impressioni)

In gruppo italiano Bici e barca

NL013

Olanda / Amsterdam e la Rotta Nord

Texel e la campagna olandese

Un itinerario che privilegia il lato più verde dell’Olanda, visitandone i luoghi meno turistici e più autentici. In bici tra piccoli borghi, laghi, grandi campagne punteggiate di mulini a vento e le immancabili dighe, vere e proprie meraviglie d’ingegneria. Cenando poi tra tramonti d’incanto e dormendo cullati dall’acqua nel nostro hotel galleggiante ammireremo la natura olandese con un punto di vista unico e indimenticabile.
  • Itinerario

     Arrivo individuale ad Amsterdam e primo pernottamento
    Ritrovo ed imbarco al molo di Amsterdam dalle 16.00 nel quartiere nautico (Nautisch Kwartier). Consegna bici e materiale informativo. Entriamo subito nell’atmosfera tipica con la prima cena tutti assieme: infatti qui si cena presto, quindi dalle 18.00 tutti a tavola! Serata in libertà per scoprire, seguendo il proprio istinto, la Venezia del Nord, capitale del commercio, della cultura e della trasgressione, dove il mezzo di trasporto preferito è proprio la bici. 

    2° Amsterdam – Alkmaar (50 km)
    Durante la nostra pedalata passeremo il paese museo “Zaanse Schans”, formato da 40 case e da tante testimonianze dell’Olanda di un tempo, tenuta viva da volontari e amanti del luogo: incontreremo mulini a vento originali, dimostrazioni di come si producono i formaggi e i tipici zoccoli e piccoli artigiani che producono graziosi souvenir. Infine Alkmaar, conosciuta proprio per il suo mercato tradizionale, offre ai visitatori un’ampia scelta di negozi moderni e boutique.

    3° Alkmaar – Oudeschild (50 km)
    Da Alkmaar saliamo in sella e via, dritti verso il Mare del Nord. Costeggiando la spiaggia e le sue dune arriviamo al porto di Den Helder. Riprendiamo la barca e attraversiamo il Marsdiep fino al porto di Oudeschild, nella parte sud est dell’ isola di Texel. Attracchiamo a pochi passi dal museo marittimo, che raccoglie un’interessante collezione di oggetti restituiti dal mare.

    4° Oudeschild – Isola di Texel (40 km)
    Oggi scopriamo l’isola di Texel, la più grande dell’Olanda, pedalando attraverso una natura rigogliosa e belle spiagge bianche, conosciute nel mondo per le alte dune di sabbia. Ovviamente percorriamo anche la splendida “Thijsse- route” nel sud dell’isola, una delle piste ciclabili più amate d’Olanda.

    5° Oudeschild – Enkhuizen (40 km)
    Raggiungiamo in barca Medemblik, dove inizia la nostra pedalata lungo gli argini e la costa dell’IJsselmeer (“Zuiderzee”), un lago artificiale creato sottraendo terre al mare. Ci dirigiamo fino all’affascinante porto di Enkhuizen, dove pernotteremo. La cittadina offre un bel centro storico, con ricchi palazzi del XVI sec, epoca in cui l’olandese Compagnia delle Indie deteneva il monopolio dei commerci con l’Asia.

    6° Enkhuizen – Hoorn/Volendam (45 km)
    Di nuovo in sella partiamo da Enkhuizen, passiamo per Hoon, la città del formaggio Edam, fino a Volendam, il villaggio più famoso della costa dell’Ijsselmeer. Tipico paese di pescatori da scoprire infilandosi nei suoi vicoli tra stretti canali e zoccoli di legno appesi alle porte delle case. Non limitatevi a guardare, ma assaggiate le specialità locali in uno dei porticcioli: consigliatissime le anguille affumicate e le aringhe sotto sale.

    7° Hoorn/Volendam – Amsterdam (50 km)
    Di nuovo in sella attraversiamo l’area di “Waterland”, tra le centinaia di piccoli laghi e canali che lo costituiscono. Aguzzando un pò la vista scorgeremo oche selvatiche, germani reali oltre che agli immancabili cavalli, capre e mandrie al pascolo. Avremo qui la possibilità di visitare la penisola di Marken, coi suoi villaggi di colorate case in legno, per concludere arrivando nel pomeriggio ad Amsterdam.

    8° Amsterdam
    C’è ancora tempo per una visita della città e infine per i saluti: baci e abbracci e scambio di indirizzi. Alla prossima!

     

    Leggi qualche curiosità in più su Amsterdam e il bici e barca nel nostro Blog!

     

    Per motivi organizzativi, climatici o legati a disposizioni delle autorità locali indipendenti dalla nostra volontà, l’itinerario potrebbe subire modifiche più o meno considerevoli prima e/o durante la vacanza. In caso di deviazioni e/o chiusure di musei, monumenti e siti temporanee impossibili da prevedere al momento della pubblicazione del programma, ci riserviamo il diritto di sostituire la visita con altri luoghi di interesse, anche in loco. 
    In particolare potrebbe capitare che a causa del moto ondoso non si riesca a pernottare a Texel, ma si attracchi a Den Helder.

     

  • Caratteristiche

    Facile, percorsi in bicicletta completamente pianeggianti lungo sicure piste ciclabili in ambienti rurali e cittadini, un paradiso per i ciclisti! Le tratte in media sono di 40/50 Km da farsi nel corso dell’intera giornata. Vi ricordiamo che vento e pioggia sono molto frequenti in Olanda e, soprattutto il primo, può rendere più difficile la vostra pedalata.

    L’Olanda è notoriamente il paese delle  biciclette: sicuramente aiuta il terreno completamente piatto, sotto il livello del mare. La rete delle piste ciclabili, quasi tutte asfaltate o ben lastricate, è molto fitta e ben segnalata con cartelli e segnali bianchi e rossi e da bassi ceppi bianchi e rossi, chiamati” funghi” numerati e segnati nelle carte ciclabili. Occorre ricordare che vento e pioggia in questo paese sono molto frequenti e, soprattutto il primo, può rendere più difficile la vostra pedalata. Talvolta inoltre le piste ciclabili scorrono separate dal traffico solo da una striscia rossa e bisogna fare attenzione. Dovete inoltre considerare che per spostarsi in barca ci sono degli orari ben precisi che bisogna rispettare.

     

    Ogni singolo partecipante deve essere in uno stato di forma psicofisica che gli consenta di poter svolgere e completare l'itinerario della vacanza da lui scelta. In caso contrario, per tutelare l'incolumità del gruppo e del partecipante stesso, l'accompagnatore si riserva il diritto di escluderlo dalle escursioni che riterrà più impegnative.

     

  • Come arrivare

    ll punto preciso dell’imbarco vi sarà comunicato nel documento finale qualche giorno prima della partenza. Per arrivare all’imbarco calcolate ca. 15 minuti di treno dall’aeroporto e ca. 15 minuti di bus dalla stazione centrale (i mezzi sono frequenti, ca. uno ogni quarto d’ora).


    In aereo
    Volare su Amsterdam è il modo più comodo per raggiungere il punto di partenza. L’aeroporto è collegato con le principali città italiane dalle seguenti compagnie aeree:

     

    Transavia da Bari, Napoli, Pisa, Olbia, Catania, Palermo, Verona.

    Easyjet da Catania, Milano Linate, Milano Malpensa, Napoli, Roma Fiumicino, Olbia, Venezia.

    KLM da Bologna, Firenze, Genova, Milano Linate, Milano Malpensa, Roma Fiumicino, Torino.

    Alitalia da Milano Linate, Roma Fiumicino.


    Potrete richiedere una quotazione per voli di linea mandando una mail a: biglietteria@girolibero.it

     

    Per raggiungere l’imbarco dovrete arrivare fino alla stazione centrale di Amsterdam prendendo il treno direttamente dall’aeroporto. Potrete acquistare i biglietti alle casse automatiche, funzionanti perlopiù con bancomat/carta di credito. La durata del tragitto sarà ca. 15 minuti, il costo ca. 5 €. Per prenotare i biglietti del treno visitate il sito: www.ns.nl.

    n treno
    Non esistono collegamenti diretti dall’Italia ad Amsterdam, dovete prevedere diversi cambi. La stazione di arrivo è Amsterdam Centraal Station. Vi consigliamo di consultare il sito www.trenitalia.com oppure www.dbitalia.it

    In auto
    A seconda della città di partenza ci sono diversi itinerari per raggiungere Amsterdam. Viamichelin.it o altri siti sono disponibili per aiutarvi a calcolare il percorso più breve.
    Vi ricordiamo che in Austria e Svizzera per circolare sulle autostrade è necessario avere il bollino/vignetta autostradale (Austria: circa 9 euro per 8 giorni, Svizzera: circa 39 eurp valido 14 mesi da dicembre dell’anno prima a gennaio dell’anno dopo) acquistabili in tutti gli autogrill prima del confine.

    Parcheggio
    Potete raggiungere l’imbarco per caricare i bagagli a bordo e poi raggiungere il parcheggio. Tenete presente che avete bisogno di abbastanza tempo per caricare i bagagli, raggiungere il parcheggio, parcheggiare l’auto e tornare al molo entro l’orario previsto per l’imbarco!

    Il parcheggio in centro ad Amsterdam è molto costoso, quindi suggeriamo di parcheggiare fuori dalla città. 

    A questo sito potrete trovare l’indirizzo di numerosi parcheggi aperti 7 giorni su 7: 
    www.amsterdam.info/parking 

     

    Vi suggeriamo in particolare: 

    • parcheggio presso l’aeroporto di Schiphol nell’area Smart parking, prenotabile al sito www.schiphol.nl. Il costo per 8 giorni è ca. 70/100 €.
    • P1 Parking Amsterdam Centre: (Prins Hendrikkade 20A). Questo è il parcheggio più vicino agli imbarchi Scheepvaart Kwartier e Oosterdok. Prenotabile al sito: www.p1.nl. Il costo per 8 giorni è ca. 160 €.

     

    Prezzi e orari soggetti a variazioni.

     

     

  • Pernottamento e pasti

    Per questo tour il pernottamento, la colazione e la cena sono previsti a bordo di un battello fluviale, mentre il pranzo, ugualmente compreso nella quota, sarà al sacco. La vostra barca sarà:

     

    BARCA LENA MARIA
    Ristrutturata nel 2004 è ora un’elegante barca passeggeri. È lunga 45 m e larga 6 m, sotto ponte dispone di 12 cabine doppie con i letti bassi e i servizi privati. Le cabine non hanno l’aria condizionata ma gli oblò sono apribili. A bordo non è disponibile il WiFi. Lena Maria ha un ampio salone sul ponte superiore dalle cui finestre godrete della spettacolare vista esterna durante la navigazione. Sul ponte esterno avrete a disposizione le sdraio per gustarvi qualche drink.

     

    girolibero_ship_lena_maria_002

     

     

     

  • Bici e accessori

    Citybike robuste ed affidabili, telai unisex di diverse misure, dotate di comandi a leva posti sul manubrio. Ricordiamo, al fine di evitare spiacevoli cadute di catena, che il cambio non va mai utilizzato da fermi e nemmeno sotto sforzo (ad es. nel bel mezzo di una salita). Si deve prestare particolare attenzione ai freni nelle discese: non premerli troppo a fondo per il rischio di bloccare le ruota, soprattutto quella anteriore.

    Le biciclette sono equipaggiate con:

    • una borsa da bici con capienza 10 litri;
    • lucchetto.


    Per questo tour il casco non è obbligatorio. Generalmente preferiamo non noleggiarli per questioni di sicurezza (ogni casco funziona infatti solo se della misura giusta) e per questioni igieniche; per questo consigliamo sempre di avere con sé il proprio.
    Anche se il legislatore è flessibile è doveroso e sensato fare indossare il casco ai bambini e dare il buon esempio.

     

     

  • Materiale informativo

    Alcuni giorni prima della partenza, solo se effettuato il saldo,vi invieremo vai mail il documento finale con la conferma dell'orario e del luogo di incontro, indirizzi e numeri di telefono utili, nome e numero dell’accompagnatore ed eventuali info personalizzate.



  • Al vostro fianco

    Accompagnatore Girolibero per tutta la durata del viaggio. Vi ricordiamo che i nostri accompagnatori non sono guide turistiche-culturali né animatori da villaggio, ma hanno piuttosto la funzione di coordinare il gruppo e guidarlo lungo il tragitto, qualche volta aiutati da un “locale”. Alcuni sono professionisti, altri lo fanno semplicemente per passione, ma in entrambi i casi il comune denominatore è la buona conoscenza di una lingua e il sapersela cavare in “quasi” ogni situazione. Oltre ad accompagnarci, sono persone intraprendenti che non disdegnano varianti al programma e che sanno darci consigli utili.

     

    Per tutta la durata del viaggio avrete a disposizione due numeri da contattare in caso di necessità: il nostro numero di emergenza in Italia ATTIVO OGNI GIORNO DALLE 8:00 ALLE 20:00 e quello dell’accompagnatore.

     

  • 16 Impressioni di viaggio
    • Giovanna

      Vacanza del 12-19 agosto 2017

      Pubblicazione 31 agosto 2017

      Organizzazione Zeppelin è promossa anche questa volta. Vi consiglio assolutamente di provarci.
    • Patrizia

      Vacanza del 05-12 agosto 2017

      Pubblicazione 17 agosto 2017

      Una vacanza da fare è facile e divertente i luoghi da sogno le piste ciclabile se le sognano qui in Italia
    • Antonia

      Vacanza del 29 luglio - 05 agosto 2017

      Pubblicazione 11 agosto 2017

      Ottima vacanza paesaggisticamente interessante e rilassante grazie alla capacità dell'accompagnatore è stata anche molto divertente istruttiva e rilassante.
    • Roberta

      Vacanza del 23-30 luglio 2016

      Pubblicazione 23 settembre 2016

      Viaggio meraviglioso che consiglio di fare la guida Silvia straordinaria sempre al nostro fianco
    • Cristina

      Vacanza del 30 luglio - 06 agosto 2016

      Pubblicazione 12 settembre 2016

      Cari amici di Zeppelin, è andata benone! Esperienza positiva anche quest'anno, prima entusiasmante esperienza bici+barca.
      Ottima organizzazione e collaboratori.
    • Marco

      Vacanza del 06-13 agosto 2016

      Pubblicazione 12 settembre 2016

      Consapevoli del fatto che in Olanda difficilmente si toccano temperature alte, questo itinerario sebbene pianeggiante potrebbe essere faticoso. Però la comodità di alloggiare in barca compensa la fatica.
    • Roberto

      Vacanza del 23-30 luglio 2016

      Pubblicazione 12 settembre 2016

      Viaggio bellissimo. Prima esperienza di viaggio bici e barca. Da rifare. Posti belli e rilassanti. Accompagnatrice deliziosa. Il personale di bordo olandese, sorridente, efficiente e gentile. Dopo qualche giorno sembra di essere in famiglia.
    • Roberto

      Vacanza del 06-13 agosto 2016

      Pubblicazione 12 settembre 2016

      Ottima esperienza per quanto riguarda la sistemazione in barca, la cucina e la guida. Purtroppo il viaggio è stata un po' rovinato dal tempo atmosferico non sempre dei migliori, cosa d'altronde prevedibile considerata la stagione avanzata (metà agosto).
    • Lorena

      Vacanza del 06-13 agosto 2016

      Pubblicazione 12 settembre 2016

      Viaggio bellissimo, paesaggi fantastici!
      tutto molto bello e ben organizzato
      anche la barca bella e ottima cucina
    • ATTENZIONE
      Le seguenti impressioni sono state pubblicate prima del nuovo sistema di rating

      Annamaria

      Vacanza del 2014

      Ciao a voi tutti di Zeppelin,
      sono da poco tornata da un viaggio in Olanda (Amsterdam e la rotta Nord). E' stato il primo viaggio fatto con la vostra organizzazione e non posso che esserne soddisfatta. E' andato tutto benissimo, anzi di più!
    • Chiara e Giovanni

      Vacanza del 2013

      Pubblicazione 08 agosto 2013

      Cari amici d'Olanda (per essere precisi di Nederland), ci facciamo sentire ora perchè siamo rientrati solo ieri sera tardi da Amsterdam. Per fortuna la nostra prima impressione della città è stata piacevolmente smentita: a parte i quartieri del fumo e del sesso, Amsterdam è davvero bella. Abbiamo seguito tutti i consigli di Hein. Abbiamo passeggiato nel quartiere attorno al Rijskmuseum, siamo entrati nelle gallerie d'arte e abbiamo gustato bellezze non così conosciute; la visita al Rijsk ha richiesto una giornata intera ed è stata belissssima! Abbiamo dedicato un'altra giornata a visitate la collezione d'arte di Kröller Müller, una fondazione di una famiglia ricchissima, che ha donato allo Stato una ricchezza immensa: la collezione è immersa in un parco meraviglioso (che abbiamo girato in bicicletta, of course). Sì, avete capito bene: DONATA ALLO STATO!!! Abbiamo fatto un giro anche a Delft: la migliore delle città che abbiamo visitato! Ci siamo arrivati in treno, che qui funzionano, sono in orario e puliti! Non ci siamo immersi totalmente nel gay pride, ma solo per non essere travolti dalla bolgia umana, tuttavia nelle vie della città si è respirato il clima di tanta bella gente, che vuole affermare i diritti di tutti, sapendo bene che accanto a questi ciascuno ha consapevolezza dei propri doveri (per esempio pagare le tasse): a noi è sembrato questo un bel messaggio di civiltà, pur nell'originalità dell'evento. Abbiamo passeggiato nei parchi e nelle biblioteche: che meraviglia vedere così tanti giovani e tante famiglie con bambini...c'è speranza!!! Ma solo biblioteche e musei??? E mangiare? Sa dipènde... Amsterdam non brilla per questo, tuttavia abbiamo mangiato molto bene in un ristorante thailandese e in un altro gestito da un giovane chef dutch in una villa bellissima in periferia...e sì, perché loro non si dimenticano delle periferie!! In sintesi: la nostra vacanza ducht ci ha fatto respirare una grande dose di senso civico, che cercheremo di conservare e applicare anche qui. Io non ho fatto foto del viaggio, altri meglio di me ci lasceranno immagini. A noi piace ricordare anche cosa il nostro guardare ci suggerisce e stimola. Un grazie ad Hein, una bravissima guida e una gran bella persona: belissssssima!
      Alla prossima.
    • Anna Maria

      Vacanza del 2010

      Pubblicazione 03 settembre 2010

      Confermo nuovamente la mia soddisfazione per questo viaggio.
      Enrico è una guida eccezionale oltre ad essere una persona speciale,
      l'equipaggio della Allure estremamente simpatico ed Ellen la cuoca .....
      stupenda!! Incredibile quanto fossero prelibate le nostre cene!
      La cura, l'organizzazione, la flessibilità e la simpatia hanno fatto di questo viaggio una bellissima esperienza. Credo che non cambierei nulla di quanto ho fatto! Grazie anche per la scelta del gruppo che non so se è studiata o meno però mi sono trovata in un gruppo bellissimo con le stesse esigenze, gli stessi ritmi, però credo che questa armonia sia stata creata anche grazie ad Enrico e all'equipaggio.

      Sto già pensando alla meta del prossimo anno!!
      Grazie per il vostro ottimo lavoro
    • Simonetta e Claudio

      Vacanza del 2006

      Ciao a tutti sono tornata dalla mia prima vacanza
      in bici: E' STATA SPETTACOLARE
      a cominicare dalla nostra guida a cui va un grazie particolare
      HEIN SEI MITICO
      ma non è da sottovalutare l'organizzazione e la cura
      che Hans (il Capitano) e Koen (il cuoco)
      hanno messo per rendere il nostro soggiorno sempre piacevole.
      E naturalmente grazie a voi di Zeppelin per aver organizzato
      questo vacanza.
    • Loredana e Gino

      Vacanza del 2006

      Sono tornata ieri sera e la prima mail è per voi. vacanza davvero meravigliosa. siete stati davvero bravi per l'idea e per l’organizzazione. Luoghi splendidi e accompagnatore (Hein) davvero eccezionale. Un elogio anche a Kun e al capitano per la simpatia, la professionalita e la
      disponibiità. Molto bella e accogliente anche la barca. Ottime le biciclette. Siamo anche stati fortunati per i compagni d'avventura davvero simpatici e far fatica ridendo e cantando....e' meno faticoso!!!!!
      grazie e alla prossima!
    • Francesco

      Vacanza del 2005

      L’incontro con Zeppelin è stata per me una magia, che ha di colpo liberato sogni, desideri e volontà che giacevano ormai da tempo sotto la coltre di torpore e lassismo della “vita quotidiana”.
      Conosco una coppia di splendide persone, che da anni fanno vacanze in bici; dal confronto ne esco con le ossa rotte: i miei “vorrei” si sono arenati ad una raccolta di depliant… chiedo loro informazioni, e qualche settimana più tardi sono sul bus per il lago di Costanza; l’impatto con la natura è forte, con le vallate svizzere mozzafiato; poi il lago, placido e sfavillante sotto il sole del pomeriggio…
      …i tre giorni che seguono sono un condensato di momenti piacevoli: dolci passeggiate in bici, meravigliosi paesaggi primaverili, semplice e spensierata vita di gruppo, incantevoli cittadine e percorsi lungo il lago, … ma sopra ogni altra cosa, il fascino di una riscoperta al contempo banale e straordinaria: L’USO DELLA BICI PER SPOSTARSI!..
      Le piste ciclabili sono infatti popolate più delle strade, da persone di tutte le età e abbigliate nei modi più disparati… tra le tante immagini piacevoli, una che si imprime indelebilmente nella mia testa: un bimbo che dorme serenamente nel carrellino trainato dal padre in bici… mi si apre il cuore, e riaffiorano antiche sensazioni, di quando l’aria in faccia accompagnava la spensieratezza e la libertà dell’adolescenza… allora la bici era IL mezzo di trasporto…
      … perché ora sono intrappolato nel vortice fretta/stress – auto – benzina – soldi – lavoro – fretta/stress?
      … perché mi dichiaro ecologista e poi uso sempre l’auto?
      … perché mi piace andare in bici ma non la uso per spostarmi?
      Comincio ad andare qualche volta in bici al lavoro; svegliarsi 20 minuti prima è dura, ma la ricompensa è eccezionale: all’uscita, invece di tangenziale, traffico, smog e tensione, inforco la mountain bike e mi godo strade sterrate, campagna, aria pulita, sole e serenità!…
      Poi tiro finalmente fuori dal cassetto il sogno di una vera e propria vacanza in bici, e in Olanda c’è la consacrazione della riscoperta.
      Innanzitutto per una vacanza: al contrario di auto, treno, bus e aereo, la bici permette di vivere pienamente anche gli spostamenti; si assaporano sole, paesaggi odori rumori, si incontrano le persone, si colgono più dettagli, si mantiene il fisico in movimento, … ci si sente VIVI, LIBERI!… … no, non ero in preda ai postumi di una canna, quando provavo e pensavo a queste cose!… ;-)
      Ma la riscoperta si completa anche per la vita quotidiana: in Olanda chiunque usa la bici come mezzo di trasporto, non solo ragazzini e anziani come da noi… operai ed impiegati, casalinghe e manager, studenti e pensionati, … anche qui, un’immagine emblematica: nel tardo pomeriggio, un uomo dall’aspetto impeccabile, in camicia, cravatta e completo scuro, pedala fiero e sicuro attraverso un parco per tornare a casa dal lavoro, con la ventiquattrore sul portapacchi… splendido… sembra di essere lontani anni luce da Torino…
      … dove si usa l’auto invece della bici “per fare più in fretta”, e poi si passano ore a pedalare sulla cyclette di una palestra, “per mantenersi in forma”…
      … dove si va in auto anche a comprare il pane e poi ci si lamenta “di essere troppo grassi, del caro-benzina, del traffico, dello smog, …”
      … dove l’auto, che già era uno status symbol piuttosto discutibile, adesso è addirittura elevata a simbolo del valore della persona; in bici, quindi, “non sei nessuno”…
      …viste da così lontano, queste situazioni mi appaiono quasi comiche… ora ho la certezza che uscirò dal vortice e mi riapproprierò del mio tempo e della mia libertà…
      Torno a casa, e mi compro una bici da cicloturismo, da usare tutti i giorni per spostarmi (con la mountain bike si va troppo lentamente e si fa più fatica) ed eventualmente per una vacanza… la vado a ritirare, ci salgo su e mi avvio verso casa: sono contento come un bimbo a Natale!… ;-)
      …ed è solo l’inizio… grazie Zeppelin, viva la bici, viva la libertà!…
    • Francesca

      Vacanza del 2005

      Siamo stati fortunatissimi ad avere Hugo come guida: una persona di grande cultura, spiritoso, e, soprattutto, dotato di carisma. Hugo, non solo ci ha fatto vedere e ci ha spiegato con spirito e serietà le cose che erano nel programma, ma è andato oltre ai suoi normali compiti. Tutte le sere, per esempio, dopo cena ci ha portato in giro per le città, facendoci scoprire segreti e cose poco note ai più.
      Con il suo italiano approssimativo (che all'inizio ci aveva un pò disorientato, ma che abbiamo subito imparato e apprezzato con divertimento, facendo nostri alcuni fantasiosi termini, tipo "lucciare" che vuol dire chiudere col lucchetto le bici) è stato in grado di trascinare tutto il gruppo (eterogeneo come immagino accade sempre) in un'atmosfera di grande solidarietà e complicità, alla scoperta della storia a noi poco nota di quel paese, delle tradizioni, delle usanze e delle curiosità sconosciute ai più. Insomma, in più, alla luce delle voci che venivano da altri gruppi sulle loro guide, Hugo è davvero una perla rara!
      Saluti a tutti, con cordialità! E sicuramente ci sarò nei vostri prossimi viaggi!
  • 1 Varianti

Dettagli viaggio

 

da 895 €

8 giorni / 7 notti, pensione completa

da 859 €

Con Sconto Prenota Prima

prenotando entro il 23.03.2018

Prenota 4 mesi prima e riceverai uno sconto del 4%!

chiudi X

Formula vacanza

in gruppo italiano

 

Date di partenza

ogni sabato dal 21.07 all' 11.08.18

 

Quota per persona in doppia

895 € in cabina doppia

 

Comprende

  • 7 pernottamenti
  • pensione completa (colazione, pranzo al sacco e cene, bevande escluse)
  • lenzuola ed asciugamani
  • accompagnatore Girolibero
  • assicurazione medico/bagaglio

 

Supplementi

430 € cabina singola

75 € noleggio bici

175 € bici elettrica

50 € menù per celiaci (da pagare in contanti a bordo, previa richiesta all'atto della prenotazione, altrimenti la dieta non potrà essere garantita).

 

Documenti

Per questo tour è sufficiente avere la Carta d’Identità o il Passaporto validi per l’espatrio. Dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che viaggiano dovranno essere muniti di documento di viaggio individuale.

Iscriviti alla
newsletter

Per essere sempre informato sui nostri viaggi e iniziative!

 

Partecipa al nostro concorso con le foto o il racconto della tua vacanza Zeppelin!

 

payment