(11 impressioni)

In gruppo italiano Trekking

IT150

Italia / I parchi d'Abruzzo

Dal Gran Sasso alla Majella

Tre Parchi Nazionali, uno Regionale e oltre 30 Riserve Naturali: l’Abruzzo si è guadagnato anche per questo il soprannome di “Regione Verde d’Europa”. Con questo trekking passeremo dalle vette rocciose e nude del Gran Sasso a quelle dolci e levigate della Majella, attraverseremo piccoli borghi abbandonati ed eremi incastonati nella pietra viva. E raggiunte le vette sopra i 2.000 m il nostro sguardo, vigile e attento come quello dei camosci appenninici, arriverà fino al mare.
  • Itinerario

    30.07.17 domenica
    Pescara – Calascio
    Ritrovo dei partecipanti alle 15:00 (orario da riconfermare) nel parcheggio antistante la stazione dei treni di Pescara, dove ci aspettano il nostro accompagnatore e l’autista. In minibus raggiungiamo, in circa un’ora e un quarto, Calascio.
    Pasti inclusi: cena.
    Pernottamento: bed&breakfast.

    31.07.17  lunedì
    Campo Imperatore – Monte Prena (+ 900 m /- 900 m, 6 ore)
    Dopo colazione raggiungiamo in minibus la Piana di Campo Imperatore, soprannominato “il piccolo Tibet d’Abruzzo”: un enorme tappeto d’erba ai piedi del massiccio del Gran Sasso, tanto vasto quanto silenzioso, affascinante e solitario, costellato di laghetti carsici. Da qui iniziamo il nostro trekking verso la vetta del Monte Prena (2.561m slm). Pur essendo il primo giorno la voglia di camminare è tanta, gli occhi sono pieni di paesaggi che ci invitano a usare per bene gli scarponi: partiamo quindi alla conquista della prima vetta! Siamo nel regno incontrastato del camoscio: pietraie, anfiteatri rocciosi e pareti scoscese sono il suo habitat ideale. Ci guarderà con occhio incuriosito e non mancherà di abbozzare mezzo sorriso vedendo il nostro passo più lento e incerto in confronto al suo balzare armonioso. Nel pomeriggio visitiamo il borgo di Castel del Monte, un dedalo di strette viuzze intorno alla torre medievale, ora divenuta il campanile della chiesa di San Marco. Concludiamo la giornata al museo della Transumanza, omaggio a greggi, mandrie e pastori che da tempo immemore abitano questi luoghi. Rientro a Calascio.
    Pasti inclusi: colazione, pranzo al sacco e cena.
    Pernottamento: bed&breakfast.

    1.08.17 martedì
    Campo Imperatore – Pizzo Cefalone (+ 700 m / - 700 m, 6 ore)
    Anche oggi torniamo nella vastità di Campo Imperatore. Partiamo dalle pendici del monte Portella, saliamo fino al Rifugio Duca degli Abruzzi a quota 2.388 m s.l.m. per poi proseguire per Pizzo Cefalone, che con i suoi 2.533 m s.l.m. è una delle vette più alte del massiccio del Gran Sasso. Giunti alla sommità, si aprirà ai nostri occhi la poderosa parete occidentale del Corno Grande (2.912 m), la vetta più alta degli Appennini. Lo sguardo spazierà dalla pianura del teramano fino al Parco nazionale della Majella e al mare Adriatico. Sulla via del ritorno ci fermiamo a visitare il borgo abbandonato di Calascio e il castello di Rocca Calascio, una delle più importanti torri di controllo del territorio durante il Medioevo. La rocca, che forma un tutt’uno con lo sperone roccioso su cui è appoggiata, appare quasi sospesa a mezz'aria, a coronamento del borgo sottostante.
    Pasti inclusi: colazione, pranzo al sacco e cena.
    Pernottamento: bed&breakfast.

    2.08.17 mercoledì
    Calascio – Caramanico Terme
    La giornata odierna prevede il trasferimento al Parco Nazionale della Majella. Salutiamo, quindi, il parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e visitiamo alcuni borghi prima di raggiungere Caramanico Terme. La prima tappa è Santo Stefano di Sessanio, antico paese fortificato di circa 120 abitanti. La sua origine risale al medioevo ed è interamente costruito in pietra calcarea bianca. Il suo simbolo era l’imponente torre cilindrica, detta “medicea”, ma il sisma del 6 aprile 2009 la fece rovinosamente crollare. Proseguiamo il viaggio fino a Bominaco dove visitiamo la Chiesa di Santa Maria Assunta, in stile romanico, il cui nucleo originario è databile attorno all’anno mille, e l’Oratorio di San Pellegrino con un pregevole e integro ciclo d’affreschi di scuola abruzzese del XIII secolo. Per pranzo visitiamo una cantina locale dove assaggiamo alcuni vini tipici, come il Montepulciano, il Pecorino e il Cerasuolo accompagnati da salumi e formaggi. Prima di arrivare a Caramanico Terme ci concediamo un’ultima sosta per vedere la mistica Abbazia di San Clemente a Casauria, fatta costruire nell’871 dall’imperatore Ludovico II, pronipote di Carlo Magno. L’abbazia è una delle più antiche ed importanti del Centro Italia, dato che è situata lungo alcune fondamentali vie di comunicazione medievali.
    Pasti inclusi: colazione, pranzo e cena.
    Pernottamento: foresteria.

    3.08.17 giovedì
    Caramanico Terme – San Giovanni all’Orfento  (+ 800 m / - 750 m, 8 ore)
    Dopo colazione raggiungiamo la frazione di Decontra in minibus e iniziamo a camminare lungo un tratto del Sentiero dello Spirito che attraversa il parco. Dopo aver camminato tra ampie vallate, scendiamo in mezzo alla faggeta per raggiungere l’eremo di San Giovanni all’Orfento, spettacolare romitorio interamente scavato all’interno di una parete rocciosa e affacciato sul profondo canyon creato dal fiume Orfento. Qui abitò anche Pietro da Morrone, futuro Papa Celestino V. Risaliamo poi nel bosco di faggi per ritrovarci a Pianagrande, da dove scendiamo lungo l’altro versante, nel mezzo del Vallone di Santo Spirito.
    La nostra meta ora è l’Eremo di San Bartolomeo in Legio, incastonato nella roccia e risalente all’XI secolo. Anche qui è ancora viva la presenza di Pietro da Morrone, che verso la metà del XIII secolo lo restaurò. L’eremo è tutt’ora uno dei più grandi e meglio conservati di tutto il parco della Majella. Dopo la visita ritorniamo a Caramanico.
    Pasti inclusi: colazione, pranzo al sacco e cena.
    Pernottamento: foresteria.


    
4.05.17 venerdì
    Blockhaus – Passo San Leonardo (+ 1.340 m / - 1.520 m, 10 ore)
    Con un breve trasferimento raggiungiamo il Blockhaus, luogo che ci narra storie di briganti ai tempi dell’unificazione d’Italia. Da qui parte il nostro itinerario sulle alte cime della Majella, uno dei più scenografici dell’intero parco, che ci permette di ammirare i paesaggi lunari che i ghiaioni e le valli glaciali del massiccio offrono. Camminiamo tra la ricca flora dell’area e cerchiamo di avvistare il Camoscio appenninico nel suo regno. Vi sono circa 1.000 esemplari all’interno del parco e con un po’ di fortuna speriamo di vederne qualcuno. Raggiungiamo la sommità del Monte Amaro, a quota 2.793 m s.l.m., la seconda vetta più alta di tutto l’Appennino, per poi scendere attraverso l’anfiteatro naturale di Fondo Majella e concludere l’escursione nei pressi del passo San Leonardo.
    Pasti inclusi: colazione, pranzo al sacco e cena.
    Pernottamento: foresteria.

    5.08.17 sabato
    Valle dell’Orfento – Pescara (+ 150 m / - 150 m, 2 ore)
    Ultima breve escursione all’interno del parco prima della partenza. Partiamo a piedi direttamente dalla foresteria e affrontiamo una facile camminata lungo le sponde del fiume Orfento. Nonostante la sua vicinanza al centro abitato è uno dei percorsi più spettacolari del Parco Nazionale della Majella, dove fitti boschi ricoprono ripidi versanti di un vallone che, nell’ultima parte, si trasforma in una vera e propria gola con pareti rocciose verticali, vegetazione lussureggiante e piccoli salti d’acqua. Torniamo alla foresteria per prendere il transfer per Pescara. L’arrivo in stazione è previsto per le 14:30 circa. Saluti di rito e alla prossima escursione nella Regione Verde d’Europa!
    Pasti inclusi: colazione.

     

    Nonostante la nostra intenzione sia di rispettare il programma indicato, per motivi organizzativi o climatici l’itinerario potrebbe subire qualche lieve modifica, anche in loco. In caso di chiusure di musei, monumenti e siti non prevedibili al momento della pubblicazione del presente programma, ci riserviamo il diritto di sostituire la visita con altri luoghi di interesse, anche in loco.

     

  • Caratteristiche

    itinerario medio (E/EE). Dislivelli medi in salita e discesa tra 700 e 1.300 m; tempi di percorrenza tra le 6 e le 9 ore; sentieri principalmente ben battuti. Richiesta una buona preparazione escursionistica.

     

    Ogni singolo partecipante deve essere in uno stato di forma psicofisica che gli consenta di poter svolgere e completare l'itinerario della vacanza da lui scelta. In caso contrario, per tutelare l'incolumità del gruppo e del partecipante stesso, l'accompagnatore si riserva il diritto di escluderlo dalle escursioni che riterrà più impegnative.

     

  • Come arrivare

    Il ritrovo è presso la biglietteria della stazione ferroviaria di Pescara alle ore 15.00 (orario da riconfermare). Nel piazzale antistante, ci aspetta il nostro minibus che ci porterà a Calascio. Chi vuole, può raggiungere autonomamente il paese di Calascio.

    Pescara è facilmente raggiungibile in treno (linea Adriatica: Ancona - Lecce) o in autobus (ci sono vari operatori tra cui: Baltur, Satam, Arpa).
    Calascio si può raggiungere in auto in circa un’ora da Pescara e circa due ore da Roma.

    Per chi raggiunge Pescara con la propria auto, segnaliamo Per chi raggiunge Pescara segnaliamo presso la stazione la presenza di un ampio parcheggio all’aperto con tariffa giornaliera di 2,50 €.

     

    RIENTRO

    Il transfer alla fine del tour vi porterà nel piazzale antistante la stazione centrale dei treni di Pescara verso le 14:30-15.00.

     

  • Pernottamento e pasti

    Bed&breakfast e foresteria del parco in camere doppie/triple con servizi privati. È previsto il trattamento di pensione completa. Le colazioni saranno presso il bed&breakfast o la foresteria, le cene in ristorante e i pranzi al sacco.

    ATTENZIONE: Nei rari casi in cui non si verifichino le condizioni per un abbinamento, a chi viaggia da solo verrà richiesta una quota forfettaria pari al 50% del supplemento singola. Tale supplemento sarà rimborsato in caso si concretizzi in seguito l'effettivo abbinamento.

     

  • Materiale informativo

    Dopo aver ricevuto il saldo, alcuni giorni prima della partenza, invieremo tramite email a tutti i partecipanti il documento finale con la riconferma dell'orario e del luogo di incontro, indirizzi e numeri di telefono utili, nome e numero dell’accompagnatore, e eventuali info personalizzate.

     

  • Al vostro fianco

    Guide locali di media montagna e accompagnatore Zeppelin per tutta la durata del viaggio. Vi ricordiamo che i nostri accompagnatori non sono guide turistiche-culturali né animatori da villaggio, ma hanno piuttosto la funzione di coordinare il gruppo e guidarlo lungo il tragitto, qualche volta aiutati da un “locale”. Alcuni sono professionisti, altri lo fanno semplicemente per passione, ma in entrambi i casi il comune denominatore è la buona conoscenza di una lingua e sapersela cavare in “quasi” ogni situazione. Oltre ad accompagnarci, sono persone intraprendenti che non disdegnano varianti al programma e che sanno darci consigli utili.

     

    Per tutta la durata del viaggio avrete a disposizione due numeri da contattare in caso di necessità: il nostro numero di emergenza in Italia ATTIVO OGNI GIORNO DALLE 8:00 ALLE 20:00 e quello dell’accompagnatore.

  • 11 Impressioni di viaggio
    • Daniela

      Vacanza del 30 luglio - 05 agosto 2017

      Pubblicazione 25 agosto 2017

      Vacanza ben riuscita. Consiglio di partire per questa meta.
    • Mirka

      Vacanza del 30 luglio - 05 agosto 2017

      Pubblicazione 23 agosto 2017

      Territorio molto interessante e vario (più roccioso il Gran Sasso, più verde la Majella, bellissima la piana di Campo Imperatore) e borghi con una storia da raccontare. Giornate ben bilanciate tra trekking, visite ai borghi, escursioni agli eremi. Molto valide, disponibili, attente al gruppo e alle sue esigenze (il livello di allenamento non era omogeneo), appassionate al proprio territorio e al proprio lavoro le guide in loco. Programma fedele a quello reale, scheda precisa nelle indicazioni della difficoltà del percorso (durate/dislivelli)
    • Katia

      Vacanza del 30 luglio - 05 agosto 2017

      Pubblicazione 11 agosto 2017

      La Maiella e il Gran Sasso sono posti splendidi e le guide locali eccellenti accompagnatori.
    • Gabriele

      Vacanza del 30 luglio - 05 agosto 2017

      Pubblicazione 11 agosto 2017

      Buona vacanza, impegnativa e divertente
    • Micaela

      Vacanza del 30 luglio - 05 agosto 2017

      Pubblicazione 11 agosto 2017

      I posti incantevoli, negli alloggi abbiamo sempre sempre avuto pasti ottimi sia la colazione al Bed and Breakfast a Calascio, sia la sera dalla signora Maria a Calascio e sia la colazione nella foresteria di Caramanico.

      Gli accompagnatori SUPER :
      LORENZO, NUNZIO, FRANCESCO (che è riuscito armato di pazienza a farmi fare un percorso in salita che non avrei mai pensato di portare a termine a causa del mio scarso allenamento!!!), Salvatore, Aurelio e Paola.. (CHE HA SODDISFATTO OGNI ESIGENZA!!!) UN TEAM STUPENDO!.. i nostri angeli del Gran Sasso e Majella... fa capire quante persone fantastiche lavorino con passione ed entusiasmo... una cosa è sicura io in Abruzzo ci ritorno!!
    • Francesco

      Vacanza del 31 luglio - 06 agosto 2016

      Pubblicazione 12 settembre 2016

      Il gruppo è stato fantastico ed i programmi un giusto mix tra impegno fisico, cultura ed enogastronomia! Il tempo atmosferico ha costretto a qualche modifica ai programmi in corso d'opera, ma la cosa è stata comunque gestita abbastanza bene
    • Simonetta

      Vacanza del 31 luglio - 06 agosto 2016

      Pubblicazione 12 settembre 2016

      Ho ben poco da aggiungere alle stelle qui sotto.
      Complimenti per i percorsi e le strutture/guide cui vi affidate.
    • ATTENZIONE
      Le seguenti impressioni sono state pubblicate prima del nuovo sistema di rating

      Stefania e Roberto

      Vacanza del 2016

      Pubblicazione 12 settembre 2016

      è nostro desiderio informarvi che il viaggio è stato perfetto e l'organizzazione in loco encomiabile. I ragazzi e le ģuide sono deliziosi, competenti e preparati e, non ultimo, sempre disponibili. Ci tenevamo a segnalarlo e vi salutiamo cordialmente.
    • Ester

      Vacanza del 2015

      Pubblicazione 18 agosto 2016

      Attimi di stupore e meraviglia mentre lo sguardo spazia tra ombrose faggete, doline carsiche, paesaggi lunari, cieli stellati, camosci in festa, fiori tra le rocce…
      Borghi incastonati tra le rocce, custodi di antiche e gloriose memorie, portatori di desideri di rinascita e di tenacia nel perseguirli…
      Rava del Ferro…via di fuga dal monte Amaro in caso di temporali e grandinate improvvise!!! Consigliata però solo agli escursionisti più esperti ;-)

      Undici escursionisti (10 più l’accompagnatore), ovviamente esperti, armati di sano entusiasmo e voglia di scoprire gli angoli più remoti, senza disdegnare i momenti più conviviali (purché, come sostiene qualcuno, la birra sia fredda al punto giusto!)…

      Zaino in spalla, scarponcini ai piedi, mantella a portata di mano pronti ad esplorare nuovi sentieri, sotto la guida di chi come Lorenzo, Marco, Salvatore, Francesco, Manuela, Paola sa vivere la montagna con passione…

      Zuppa di lenticchie, sagne con fagioli, ravioli alla ricotta, pecorino, salumi e buon vino da gustare in ottima compagnia…

      Ospitalità, gentilezza, sguardo sincero e sorriso aperto: il piacere di sentirsi accolti dalla gente del posto, orgogliosamente radicata nel proprio passato ma al tempo stesso proiettata verso il domani con speranza, fiducia e ottimismo!
    • Dino

      Vacanza del 2015

      Pubblicazione 27 luglio 2015

      Buongiorno, il viaggio nei parchi d'Abruzzo che ho appena concluso mi è molto piaciuto, sia i luoghi che la vostra organizzazione. Sto pensando di farne subito un altro con voi!
    • simona

      Vacanza del 2008

      GRAZIE ,per aver organizzato questa settimana in abruzzo!!
      Un esperienza bellissima,questi gli elementi che hanno portato a questa mia opinione:
      -un posto fantastico ostello compreso
      - una guida preparatissima gentile e deliziosa dal punto di vista umano
      -un gruppo di persone speciali,il che ha consentito il formarsi di un'armonia e un divertimento che ha reso leggeri anche i piccoli momenti di stanchezza (parlo per me ) e che ci ha permesso di divertirci dalla colazione alla cena di ogni giorno.

      E' stata durissima venir via,ma siamo in continuo contatto e magari faremo un'altra gita con zeppelin perchè no?
      grazie di nuovo è la mia terza esperienza con zeppelin e migliora ogni volta ,di questo passo......
      con affetto
  • 1 Varianti

Dettagli viaggio

 

da 750 €

7 giorni / 6 notti, mezza pensione

Formula vacanza:

in gruppo italiano

 

Data di partenza:

dal 30.07 al 5.08.17

Quota per persona in doppia:

750 € 

Bed&breakfast e foresterie

 

Comprende:

  • accompagnatore Zeppelin (da minimo 8 partecipanti)
  • transfer da Pescara a Calascio e da Caramanico Terme a Pescara
  • guida di media montagna
  • 6 pernottamenti in mezza pensione
  • 6 pranzi al sacco
  • trasporti durante le escursioni
  • assicurazione medico–bagaglio

Non comprende:

  • viaggio da/per Pescara
  • bevande
  • ingressi
  • quanto non specificato nella “quota comprende”

Supplementi:

75 € camera singola

(disponibile solo per le 3 notti a Calascio)

 

Documenti:

Carta d'identità in corso di validità.

Iscriviti alla
newsletter

Per essere sempre informato sui nostri viaggi e iniziative!

 

Partecipa al nostro concorso con le foto o il racconto della tua vacanza Zeppelin!

 

Attenzione!

Questo è il programma del tour 2017. Stiamo lavorando all'aggiornamento per il 2018!

Chiudi Chiudi
payment