(4 impressioni)

In gruppo italiano Viaggiamondo

ET001

Etiopia / Il Lago Tana e le Chiese del Tigrai

Lungo la rotta storica

Un tour in gruppo che unisce il fascino del viaggio culturale a quello naturalistico, con facili camminate nell’Etiopia storica, culla dell’umanità e di antichissime tradizioni. Dalle chiese del Tigrai, alle steli di Axum; da Lalibela, nota come la Gerusalemme d’Africa con le sue undici chiese monolitiche scavate nella roccia, fino ai monasteri del lago Tana. E poi campi fioriti, cieli blu cobalto e notti buie, illuminate dalle stelle, e i volti ed i sorrisi nei villaggi sulle montagne o nei mercati pieni di colore e di profumi.
  • Itinerario

    19.08.17 sabato
    Italia –  Addis Abeba
    Partenza da Milano Malpensa con volo di linea per Addis Abeba. Scalo tecnico a Fiumicino. Pernottamento a bordo.

    20.08.17 domenica
    Addis Abeba
    Arrivo nella capitale etiope, la leggendaria Addis Abeba. Qui incontriamo la nostra guida che ci accompagna in hotel per un breve riposo. Addis Abeba è un crogiuolo di razze, di culture e di religioni; qui convivono oltre 80 nazionalità e lingue diverse con comunità religiose cristiane, mussulmane ed ebraiche. La visita della città ha inizio dal luogo simbolo di questo viaggio: il Museo Nazionale dell’Etiopia, che conserva i resti fossili di Lucy, l’antica progenitrice ominide vissuta 3,5 milioni di anni fa. Proseguiamo verso la Cattedrale di Bete Giorgis, San Giorgio, il patrono dell’Etiopia, che mantiene un significato non solo religioso ma anche storico, visto che è stata edificata dall’Imperatore Menelik II per commemorare la vittoria di Adua del 1896 contro l’Italia. Dopo un pranzo nell’antico Hotel Taitu, il più antico hotel dell’Etiopia, fatto erigere proprio per dare un luogo di ristoro e accoglienza agli stranieri, proseguiamo nel pomeriggio verso la zona chiamata Addis Merkato, in assoluto il più grande mercato dell’Africa che ospita più di 7.000 attività commerciali oltre alla moschea Al-Anwar e alla Cattedrale della Santissima Trinità. Rientriamo in hotel verso sera. Pernottamento ad Addis Abeba.
    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena.

    21.08.17 lunedì
    Addis Abeba – Makalle – Hawsien – Gheralta
    Dopo una buona colazione in hotel, partiamo per l’aeroporto di Addis Abeba dove ci aspetta l’aereo per Makallè, nel nord del paese. Qui il viaggio continua con un transfer in direzione di Gheralta. Il percorso, lungo l’altopiano a oltre 2000 metri di altezza, prevede la visita alla chiesa di Abreha wa Atsbeha. Questa meravigliosa chiesa ipogea, risalente al 7° secolo DC, è dedicata ai fondatori  del cristianesimo etiopico, i due re Esana e suo  fratello Sezana. È un luogo leggendario, con pareti completamente affrescate da dipinti in ottimo stato. Si dice infatti che conservi la croce appartenuta a Frumezio, il primo vescovo della chiesa copta etiopica. Proseguiamo nel pomeriggio per Hawsien. Dopo aver occupato le stanze presso il lodge che ci ospita, usciamo per una passeggiata pomeridiana. Rientriamo in serata al lodge dove pernottiamo.
    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena.

    22.08.17 martedì
    Gheralta – chiese rupestri del Tigrai – Gheralta
    La giornata odierna ci porta a visitare alcune chiese rupestri del Tigrai, cuore della civiltà axumita e della spiritualità cristiano copta del paese. Situate tra montagne dalle cime piatte, in anfratti a volte quasi inaccessibili, queste chiese custodiscono antichi tesori e dipinti. Le prime furono scoperte nel 1868 ma solo successivamente, durante l’occupazione italiana, vennero scoperte decine di altre chiese. Nel nostro percorso visiteremo la chiesa di Debre Sina, che raggiungeremo con una camminata di circa 40 minuti, restaurata da poco. Nel pomeriggio, dopo una facile camminata di un’ora, raggiungiamo la bella chiesa di Mariam Papaseity, situata in un’oasi di palme. La sera ceniamo e pernottiamo al lodge.
    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena.

    23.08.17 mercoledì
    Gheralta – Axum
    Dopo un’abbondante colazione, partiamo per la località di Axum. Nel tragitto verso Axum, sostiamo nel villaggio di Yeha, per visitare i resti del tempio della Luna, costruito da una popolazione di Sabei in epoca pre-cristiana e successivamente utilizzato come basilica. Arriviamo per pranzo ad Axum. Siamo finalmente arrivati nell’antica capitale dei regni axumiti, ovvero la città dove, oltre duemila anni fa, è nata l’Etiopia antica. Sono rimaste grandiose e misteriose steli a testimoniare la sua gloria. Qui si trova, secondo la tradizione ortodossa etiopica, anche l’Arca dell’Alleanza, lo scrigno nel quale Mosè custodì i Dieci Comandamenti. Ad Axum visitiamo il Parco delle Steli, la chiesa di Santa Maria di Tsion, la più antica chiesa cristiana a sud del Sahara, i bagni della mitica Regina di Saba e la necropoli dei Re Kaleb e Gebre-Meskal. In serata rientriamo in hotel dove pernottiamo.
    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena.

    24.08.17 giovedì
    Axum – Lalibela
    In mattinata ci aspetta il volo che ci porta da Axum a Lalibela, più a sud in direzione di Addis Abeba. Dopo il transfer in hotel, dedichiamo il pomeriggio alla visita della “città santa”. Undici chiese rupestri scolpite, nel più profondo medioevo, nel macigno dell’altopiano etiopico. Lalibela è la Gerusalemme d’Africa, luogo di pellegrinaggi infiniti, centro della fede del mondo ortodosso africano. È un complesso rupestre imponente, con straordinarie opere monolitiche tagliate nella roccia e collegate da un dedalo di gallerie, costruite durante il regno del re di Lalibela e degli altri sovrani della dinastia Zagwe, nel XII sec. Chi ha costruito Lalibela voleva davvero riprodurre i luoghi più santi del cristianesimo.La possente chiesa di Medhane Alem, la piccola e venerata Beta Maryam, le cappelle rupestri Beta Dangal e Maskal costituiscono, assieme alle chiesa gemelle Beta Mikael e Beta Golgotha ed all'inaccessibile Cappella della Trinità, il complesso del gruppo settentrionale. Il letto di un torrente, scavato nella roccia e ribattezzato Fiume Giordano, separa queste chiese dal gruppo meridionale: la basilica di Beta Gabriel e Rafael, Beta Mercurios, la minuscola cappella Beta Lehem, la monolitica Beta Emanuel, di stile axumita, ed il santuario ipogeo Beta Abba Libanos. Poco distante, isolata, sta la chiesa più bella, Beta Giorgys, la più fotografata.
    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena.

    25.08.17 venerdì
    Lalibela  
    Una giornata a Lalibela non basta, i luoghi da visitare sono tantissimi. Dedichiamo la mattinata alla visita della chiesa di Asheten Mariam, posta sulla montagna che sovrasta Lalibela. Raggiunta la sommità con una passeggiata di un paio d’ore circa, il panorama sulle vallate circostanti è davvero un balsamo per l’anima. Nel pomeriggio visitiamo il secondo gruppo di chiese rupestri. Rientriamo in hotel dove pernottiamo.
    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena.

    26.08.17 sabato
    Lalibela
    Il sabato è giorno di mercato a Lalibela e gli abitanti delle zone circostanti arrivano numerosi per vendere i prodottti della loro terra e gli animali che allevano. Scopriamo quindi un’incredibile varietà di visi e una moltitudine di attività, che accompagnano la vendita dei prodotti. Il mercato è occasione di incontro e diventa una sorta di festa...affollata! Dedichiamo l’intera giornata al mercato e al villaggio.
    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena.

    27.08.17 domenica
    Lalibela – Gondar
    Oggi lasciamo la spirituale Lalibela con un transfer via terra pieno di avventura in direzione ovest verso la città di Gondar. La strada è ora asfaltata ma è un susseguirsi di panorami così diversi da avere l’impressione di percorrere più paesi al tempo stesso. Dalla campagna tipica dell’altopiano abitata dalla popolazione Amara, a paesaggi desertici e disabitati. Lungo la strada abbiamo tempo per una visita alla comunità di Auramba, una comunità autogestita su base solidale. Qui pranziamo per poi ripartire verso Gondar dove arriviamo in serata.
    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena.

    28.08.17 lunedì
    Gondar
    Gondar, la città dei castelli, viene soprannominata la Camelot d’Africa. Nel XVII secolo i re d’Etiopia, la dinastia di Fasilladas, decise che il suo regno doveva avere una grande capitale: scelse questa conca per erigervi una eccezionale geografia di castelli protetti da un cinta di mura più elegante che possente. Pensate: nel cuore dell’Africa, a cavallo fra 1600 e 1700, vennero costruite fortezze e palazzi degni di re Artù. Tutta la giornata sarà dedicata alla visita della città: il monumentale castello di Fasilidas, all'interno del recinto imperiale; la grande chiesa della Trinità, mirabilmente affrescata; i bagni di Fasilidas, sul cui perimetro si innalzano alberi plurisecolari; il complesso monastico di Kusquam, dove si ritirò la saggia regina Mentwab, amica dell'esploratore scozzese James Bruce. In serata rientriamo in hotel dove pernottiamo.
    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena.

    29.08.17 martedì
    Gondar – Bahir Dar
    In mattinata, dopo la colazione, partiamo, sempre in minibus, alla volta di Bahir Dar, dove arriviamo verso pranzo. Questa città, il cui nome significa “la porta del mare”, è una piacevole cittadina sulle sponde del lago Tana, il più grande lago dell’Etiopia. È qui che si trova la sorgente del Nilo. Nel pomeriggio possiamo visitare le cascate del Nilo Azzurro, che sono piene d’acqua e particolarmente spettacolari proprio in questo periodo dell’anno. Oltre a una passeggiata intorno alle cascate abbiamo la possibilità di attraversare il Nilo in barca, proprio là dove nasce il fiume più lungo del continente africano. Verso sera rientriamo a Bahir Dar dove pernottiamo.
    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena.

    30.08.17 mercoledì
    Bahir Dar – Addis Abeba
    Ancora una mezza giornata per visitare la natura rigogliosa intorno al lago Tana che nasconde tra l’altro alcuni interessanti monasteri. Visitiamo, nella penisola di Zeghie, la chiesa di Ura Kidane Meherer, la Madonna del Perdono, e passeggiamo attraverso le piantagioni arrivando alla chiesa di Azua Mariam. Rientriamo a Bahir Dar per prendere l’aereo verso Addis Abeba, dove atterreremo nel tardo pomerigio. Nell’attesa del volo successivo, ci concediamo l’ultima cena in terra etiope.
    Pasrti inclusi: colazione, pranzo, cena

    31.08.17 giovedì
    Addis Abeba – Italia
    Poco dopo mezzanotte parte il volo diretto per l’Italia, con scalo tecnico a Fiumicino. Ci lasciamo dietro un’esperienza unica attraverso quei luoghi che rappresentano le radici dell’umanità come la conosciamo, fatta di spiritualità e mitologia, di avventura e storia.

     

    Nonostante la nostra intenzione sia di rispettare il programma indicato, per motivi organizzativi o climatici l’itinerario potrebbe subire qualche lieve modifica, anche in loco. In caso di chiusure di musei, monumenti e siti non prevedibili al momento della pubblicazione del presente programma, ci riserviamo il diritto di sostituire la visita con altri luoghi di interesse, anche in loco.

     

     

  • Operativo voli

    Voli di linea Ethiopian

    19.08.17 ET 703 Milano Malpensa - Addis Abeba  h 20:40 - 06:35*
    21.08.17 ET 100 Addis Abeba - Macallè                 h 07:00 - 08:00
    24.08.17 ET 123 Axum - Lalibela                            h 11:45 - 12:25
    30.08.17 ET 143 Bahir Dar - Addis Abeba              h 16:45 - 17:45
    31.08.17 ET 702 Addis Abeba - Milano Malpensa  h 00:50 - 08:20

    * del giorno dopo

    N.B.: i voli indicati potrebbero subire variazioni.

     

  • Caratteristiche

    Viaggio itinerante medio-facile, con spostamenti per lo più brevi, effettuati con un minibus privato. È previsto un solo trasferimento di lunga durata, da Lalibela a Gondar, di circa 7/8 ore. I trekking a piedi si svolgono su percorsi facili e medio-facili (T e T/E), con tempi di percorrenza tra i 20 minuti e le 2 ore.

     

    Ogni singolo partecipante deve essere in uno stato di forma psicofisica che gli consenta di poter svolgere e completare l'itinerario della vacanza scelta. In caso contrario, per tutelare l'incolumità del gruppo e del partecipante stesso, l'accompagnatore si riserva il diritto di escluderlo dalle escursioni che riterrà più impegnative.

     

     

  • Come arrivare

    Appuntamento in aeroporto a Milano Malpensa circa 2 ore e mezza prima della partenza. Ritrovo dei partecipanti in aeroporto a Milano Malpensa almeno 2 ore prima della partenza. Appuntamento con la guida locale direttamente in aeroporto ad Addis Abeba.

     

     

  • Pernottamento e pasti

    Hotel 4* ad Addis Abeba e 3* nelle altre località, in camere doppie con servizi. La categoria alberghiera corrisponde a quella del paese ospitante, pertanto non sempre corrisponde agli standard europei, soprattutto fuori Addis Abeba. Nella quota è inclusa la pensione completa (acqua minerale o bibita gassata inclusa; alcolici esclusi).

    ATTENZIONE: Nei rari casi in cui non si verifichino le condizioni per un abbinamento, a chi viaggia da solo verrà richiesta una quota forfettaria pari al 50% del supplemento singola. Tale supplemento sarà rimborsato in caso si concretizzi in seguito l'effettivo abbinamento.

     

  • Materiale informativo

    Dopo aver ricevuto il saldo, alcuni giorni prima della partenza, invieremo tramite email a tutti i partecipanti il documento finale con la riconferma dell'orario e del luogo di incontro, indirizzi e numeri di telefono utili, nome e numero della guida locale, e eventuali info personalizzate.

     

  • Al vostro fianco

    Guida locale parlante italiano per tutta la durata del viaggio.

     

  • 4 Impressioni di viaggio
    • Anna Rita

      Vacanza del 15-26 agosto 2016

      Pubblicazione 13 settembre 2016

      Quest'anno la scelta del viaggio è stata tardiva: ho telefonato a fine Luglio giusto per sapere se, sulle ultime destinazioni che mi allettavano, restava qualche posto. Sull'ultimo posto dell'Etiopia mi rimaneva solo un giorno per decidere e, scaduto il termine, a fine giornata lavorativa, non avevo avuto nemmeno un minuto per rifletterci.....poi ho pensato "in pieno agosto, chissà che caldo; meglio dirigersi a Nord!".
      Invece l'istinto mi riportava su quella meta, mistica e naturalistica...
      Nel breve periodo che mi separava dalla partenza, la tensione è salita ai massimi livelli per la notizia di tafferugli sanguinosi proprio lungo il percorso....Partire o rinunciare?
      Solo la prima ipotesi mi faceva felice!
      Ho messo in valigia anche vecchi giocattoli, pensando ai bimbi che mi sarebbero venuti incontro...
      E' troppo lungo raccontare tutte le impressioni di questo viaggio. Il percorso si è snodato su di un altopiano, dove tra i 2000 e 3000 metri di altitudine, il caldo è stato l'ultimo dei problemi: fresco e pioggerella leggera ci hanno accompagnato sempre!
      E il gruppo? non poteva che essere di avventurieri navigati, pronti ad ogni esperienza: dalla coppia di piccioncini innamorati alle viaggiatrici fotografe che non risparmiavano nulla ai loro scatti, all'architetta curiosa attratta da quei pericolanti eppur solidi ponteggi fatti di rami, attorno ai molti edifici in costruzione; al medico desideroso di scoprire le miracolose proprietà di piante finora sconosciute; e poi Vittorio, sempre impeccabile nella sua tenuta, col cappello di panama chiaro, che ha affrontato con leggerezza l'arrampicata su roccia a quattro zampe, sorridendo dall'alto dei suoi 83 anni...
      E che dire delle strade sterrate con sassi e fango dove il pulmino ondeggiava allegramente, saltellando, tenuto solidamente in rotta dalla guida sicura dell'autista. Tranne quelle poche volte che si è piantato e noi giù....
      I paesaggi verdeggianti e montuosi a tratti ci hanno ricordato l'Italia, che so, le guglie delle Dolomiti o le colline marchigiane.
      Però la sensazione che mi ha invaso perlopiù era quella di essere finita in un presepio: greggi al pascolo con pastorelli bambini, capanne di tronchi di eucalipto, uomini vestiti con la tunica e l'immancabile bastone di legno, ragazzi che chiacchieravano sotto l'ombrello possente di un sicomoro...
      Il bello è che poi saltava sempre fuori un telefonino e per fortuna che c'è internet: così mi sono portata a casa un po' di Etiopia, nei sorrisi e nella voglia di comunicare di alcuni studenti che continuano a raccontarmi di come procede la vita laggiù....
    • Carla Maria

      Vacanza del 15-26 agosto 2016

      Pubblicazione 13 settembre 2016

      esperienza di viaggio da vivere per molti aspetti: naturalistici, culturali, antropologici, umani, emotivamente coinvolgente. I tempi sono un po' serrati e bisogna ritagliarsi gli spazi per un viaggio meno mordi e fuggi; questo dipende molto anche dalla guida. L'ideale sarebbe aggiungere un giorno perchè è difficile riuscire a fare tutto il programma; gli imprevisti in questi viaggi sono inevitabili. A me ha colpito il Tigrai.
    • Marco

      Vacanza del 15-26 agosto 2016

      Pubblicazione 12 settembre 2016

      Tutto ottimo. Se per accompagnatore intendete la guida locale (Delmo) il mio giudizio è "ottimo"....non lo perdete: è in gamba e simpatico.
    • Vittorio

      Vacanza del 15-26 agosto 2016

      Pubblicazione 12 settembre 2016

      Stagione delle piogge e quindi tempo sempre, o quasi, grigio e umido. Paesaggio molto bello nell'area della Gheralta. Bello anche il paesaggio di parte del tragitto, molto lungo, da Lalibela a Gondar. Di notevole interesse le chiese di Lalibela. Molto deludente il lago Tana.Tutti gli insediamenti umani etiopici sono molto vicini a delle discariche a cielo aperto. Brava la guida e soddisfacenti alberghi e cibo.

Dettagli viaggio

 

da 2.290 €

12 giorni, volo incluso (tasse escluse)

Formula vacanza:

in gruppo italiano

 

Data di partenza:

dal 19.08 al 31.08.17

 

Quota per persona in doppia:

2.290 € + tasse aeroportuali

 

Comprende:

  • assistenza in aeroporto a Milano Malpensa
  • volo di linea Ethiopian Airlines a/r
  • 3 voli interni
  • transfer da/per aeroporto
  • guida locale parlante italiano
  • 10 pernottamenti in pensione completa (acqua minerale o bibita non gassata inclusa)
  • trasferimenti in bus privato
  • ingressi a chiese e musei
  • traversata del lago Tana in barca
  • assicurazione medico-bagaglio

Non comprende:

  • tasse aeroportuali (290 €)
  • eventuale adeguamento valutario
  • bevande alcoliche e altre bevande
  • il visto di ingresso in Etiopia (50 $ ca da pagare all’arrivo ad Addis Abeba)
  • ingressi per videocamera
  • tasse in uscita dal paese
  • mance
  • extra e quanto non specificato

Supplementi:

330 € camera singola

 

Documenti:

Il visto turistico si potrà ottenere in aeroporto ad Addis Abeba al costo di circa 50 $, pagabili anche in Euro, valido per 30 giorni. Sarà necessario portare con sé due fototessere recenti.

Iscriviti alla
newsletter

Per essere sempre informato sui nostri viaggi e iniziative!

 

Partecipa al nostro concorso con le foto o il racconto della tua vacanza Zeppelin!

 

payment