Dicono di noi

About us

Dicono di noi

Il parere di chi ha viaggiato con noi è parte essenziale delle nostre vacanze: ecco le opinioni di viaggio che ci avete inviato.

Recensioni

<<   <   ... 716 / 720 ...   > >>  
Amsterdam e la Rotta Sud

Olanda

Amsterdam e la Rotta Sud / Le città del secolo d'oro

è già trascorsa una settimana dal termine del giro cicloturistico in Olanda e non posso far trascorrere altro tempo senza ringraziarvi per...
è già trascorsa una settimana dal termine del giro cicloturistico in Olanda e non posso far trascorrere altro tempo senza ringraziarvi per questa piacevolissima vacanza. Sono molto contento di informarvi che tutto è stato perfetto; già nella fase organizzativa io e gli altri 10 partecipanti della Spezia ci eravamo resi conto di essere "in buone mani"... adesso, ad esperienza conclusa, posso ulteriormente dichiarare che non solo la fase preparatoria ma anche lo svolgimento della settimana in tutte le sue fasi è stato perfetto.

Ottima la suddivisone delle tappe, la scelta dei posti dove sostare, il molo d'attracco sempre a pochi passi dal centro della città, il battello perfettamente conformato alle esigenze del gruppo, le biciclette adeguate al tipo di percorsi da affrontare ecc.

Un discorso a parte merita la sig.ra Caty (gestore assieme al marito Lambert del battello vita-pugna): ci ha fatto sentire a casa; sempre molto gentile, disponibile, pronta a soddisfare ogni nostra esigenza, brava cuoca e perfetta organizzatrice oltrechè vera padrona di casa. Ci ha dato delle regole (orari, consuetudini, modi comportamentali) ed il rispetto da parte di tutti, ha facilitato la convivenza di un gruppo eterogeneo in un ristretto spazio e per una intera settimana.

Buona anche la composizione del gruppo (ma di ciò non ne avete merito voi !!!) Il gruppo dei sei ragazzi/e ha subito fatto amicizia affrancandosi dai genitori e creandosi uno spazio, sia durante le gite che alla sera, tutto per loro; allo stesso modo anche gli adulti, pur appartenendo a diverse provenienze e tipologie, hanno saputo interagire facilmente anche a seguito dei disagi (pioggia ricorrente) che ci hai molto affiatato.

Durante i saluti del sabato mattina oltre alle foto di gruppo di siamo scambiati le e-mail ed, al momento, c'è un fitto interscambio di messaggi e foto.

Non so se in futuro ci saranno altre occasioni per altri viaggi; io spero proprio di si; a me personalmente è piaciuta molto questa tipologia di turismo, questo tipo di organizzazione col battello al seguito, gli itinerari prestabiliti ecc., spero che il prossimo anno si ricreino le condizioni giuste per qualcosa di analogo.

Paolo

Olanda dolce olanda

Amsterdam e la Rotta Nord

Olanda

Amsterdam e la Rotta Nord / Texel e la campagna olandese

L’incontro con Zeppelin è stata per me una magia, che ha di colpo liberato sogni, desideri e volontà che giacevano ormai da tempo sotto la...
L’incontro con Zeppelin è stata per me una magia, che ha di colpo liberato sogni, desideri e volontà che giacevano ormai da tempo sotto la coltre di torpore e lassismo della “vita quotidiana”.
Conosco una coppia di splendide persone, che da anni fanno vacanze in bici; dal confronto ne esco con le ossa rotte: i miei “vorrei” si sono arenati ad una raccolta di depliant… chiedo loro informazioni, e qualche settimana più tardi sono sul bus per il lago di Costanza; l’impatto con la natura è forte, con le vallate svizzere mozzafiato; poi il lago, placido e sfavillante sotto il sole del pomeriggio…
…i tre giorni che seguono sono un condensato di momenti piacevoli: dolci passeggiate in bici, meravigliosi paesaggi primaverili, semplice e spensierata vita di gruppo, incantevoli cittadine e percorsi lungo il lago, … ma sopra ogni altra cosa, il fascino di una riscoperta al contempo banale e straordinaria: L’USO DELLA BICI PER SPOSTARSI!..
Le piste ciclabili sono infatti popolate più delle strade, da persone di tutte le età e abbigliate nei modi più disparati… tra le tante immagini piacevoli, una che si imprime indelebilmente nella mia testa: un bimbo che dorme serenamente nel carrellino trainato dal padre in bici… mi si apre il cuore, e riaffiorano antiche sensazioni, di quando l’aria in faccia accompagnava la spensieratezza e la libertà dell’adolescenza… allora la bici era IL mezzo di trasporto…
… perché ora sono intrappolato nel vortice fretta/stress – auto – benzina – soldi – lavoro – fretta/stress?
… perché mi dichiaro ecologista e poi uso sempre l’auto?
… perché mi piace andare in bici ma non la uso per spostarmi?
Comincio ad andare qualche volta in bici al lavoro; svegliarsi 20 minuti prima è dura, ma la ricompensa è eccezionale: all’uscita, invece di tangenziale, traffico, smog e tensione, inforco la mountain bike e mi godo strade sterrate, campagna, aria pulita, sole e serenità!…
Poi tiro finalmente fuori dal cassetto il sogno di una vera e propria vacanza in bici, e in Olanda c’è la consacrazione della riscoperta.
Innanzitutto per una vacanza: al contrario di auto, treno, bus e aereo, la bici permette di vivere pienamente anche gli spostamenti; si assaporano sole, paesaggi odori rumori, si incontrano le persone, si colgono più dettagli, si mantiene il fisico in movimento, … ci si sente VIVI, LIBERI!… … no, non ero in preda ai postumi di una canna, quando provavo e pensavo a queste cose!… ;-)
Ma la riscoperta si completa anche per la vita quotidiana: in Olanda chiunque usa la bici come mezzo di trasporto, non solo ragazzini e anziani come da noi… operai ed impiegati, casalinghe e manager, studenti e pensionati, … anche qui, un’immagine emblematica: nel tardo pomeriggio, un uomo dall’aspetto impeccabile, in camicia, cravatta e completo scuro, pedala fiero e sicuro attraverso un parco per tornare a casa dal lavoro, con la ventiquattrore sul portapacchi… splendido… sembra di essere lontani anni luce da Torino…
… dove si usa l’auto invece della bici “per fare più in fretta”, e poi si passano ore a pedalare sulla cyclette di una palestra, “per mantenersi in forma”…
… dove si va in auto anche a comprare il pane e poi ci si lamenta “di essere troppo grassi, del caro-benzina, del traffico, dello smog, …”
… dove l’auto, che già era uno status symbol piuttosto discutibile, adesso è addirittura elevata a simbolo del valore della persona; in bici, quindi, “non sei nessuno”…
…viste da così lontano, queste situazioni mi appaiono quasi comiche… ora ho la certezza che uscirò dal vortice e mi riapproprierò del mio tempo e della mia libertà…
Torno a casa, e mi compro una bici da cicloturismo, da usare tutti i giorni per spostarmi (con la mountain bike si va troppo lentamente e si fa più fatica) ed eventualmente per una vacanza… la vado a ritirare, ci salgo su e mi avvio verso casa: sono contento come un bimbo a Natale!… ;-)
…ed è solo l’inizio… grazie Zeppelin, viva la bici, viva la libertà!…

Francesco

La magia di una riscoperta

Iscriviti alla
newsletter

Per essere sempre informato sui nostri viaggi e iniziative!

 

Partecipa al nostro concorso con le foto o il racconto della tua vacanza Zeppelin!

 

payment