Dicono di noi

About us

Dicono di noi

Il parere di chi ha viaggiato con noi è parte essenziale delle nostre vacanze: ecco le opinioni di viaggio che ci avete inviato.

Recensioni

<<   <   ... 705 / 710 ...   > >>  
Ciclabile del Danubio

Germania / Austria

Ciclabile del Danubio / Da Passau a Vienna

Pedalando sull’acqua ovvero lungo il Danubio in bicicletta Quando io e la mia dolce metà guardandoci negli occhi una sera piovosa...
Pedalando sull’acqua ovvero lungo il Danubio in bicicletta

Quando io e la mia dolce metà guardandoci negli occhi una sera piovosa abbiamo pensato “ma perché quest’anno non facciamo le vacanze in bicicletta?” non eravamo certo consci di cosa voleva dire pedalare per un tot. Di giorni sempre, sotto il sole e con la pioggia e soprattutto non sapevamo ancora che la nostra parte dove non batte il sole ci avrebbe almeno per un po’ di giorni detestato cordialmente.
Ma l’idea oramai ci aveva talmente preso che all’inizio abbiamo pensato a grandi scalate con un percorso con 22 passi di montagna, bagaglio appresso, insomma il massimo del massimo.
Per fortuna poi la saggezza dell’età (i fatidici 40 anni) ci ha ricondotto su mete decisamente meno gloriose (almeno così pensavamo).
Dopo aver passato giorni (e forse notti) sui vari cataloghi ecco finalmente quello che fa per noi: neofiti delle vacanze in bicicletta ci sembra che viaggiare con qualcuno che ci trasporta i bagagli è senz’altro meglio.
E poi avendo io la fortuna di parlare il tedesco perché non scegliere il Danubio? Lì sembra ci sia una bellissima pista ciclabile che da Salisburgo ci condurrà sino a Vienna.
E’ deciso: l’Austria sarà la meta per le nostre prime vacanze in bicicletta.
Partiamo con tanto di automobile stracarica di equipaggiamento, bicicletta e quant’altro. Dopo un viaggio un po’ faticoso (se il buongiorno si vede dal mattino, penso…) finalmente arriviamo alla nostra meta di partenza: Salisburgo.
Lì ci fermiamo due giorni per abituarci a girare in bicicletta e per vedere la città che è veramente bellissima e poi con delle belle giornate di sole si mostra a noi in tutto il suo fascino.
Cominciamo a prendere confidenza con la vacanza in bicicletta: possiamo andare ovunque poi in Austria sono veramente attrezzatissimi e quindi è pieno di parcheggi (per biciclette ovviamente).
Finalmente arriva il fatidico giorno della partenza: sono un po’ emozionata mentre mi dirigo pedalando di buona lena verso la Donau-Radweg e mentre piano piano Salzburg scompare dalla nostra vista.
Chissà se ce la farò, penso. Devo farcela, anche perché mio marito è già un puntino lontano e quindi capisco che in questi giorno dovrò contare solo sulle mie forze.
Le pedalate si susseguono una dopo l’altra, giorno dopo giorno e mentre pedalo (cercando di non sentire i dolori da sella che dopo il secondo giorno si impossessano del mio “fondoschiena”) mi accorgo che tutto lo stress, l’ansia, le preoccupazioni non mi stanno più a ruota, rimangono indietro e piano piano spariscono dalla mia visto, mentre io affronto ogni giorni di pedalata come s fosse la volata finale.
Seguo il fiume, placido, che scorre, immutevole ed ininterrottamente. Incontro tanti altri “ciclisti” come me e basta un saluto anche un Gruess Gott per sentirsi subito bene.
Mi vergogno un po’ di non aver saputo pedalare sino in cima alla salita che porta a Mathausen mentre sono fiera di aver percorso in un giorno i miei primi 70 km senza un cedimento
E il fiume era sempre lì e mi accompagnava placido e silenzioso.
Ho visitato Linz, ho visto la placida campagna austriaca con le sue casette tutte così linde.
E con la bicicletta sono entrata in punta di piedi (pardon in punta di pedale) nella loro vita, senza far rumore, senza rombare, senza schiamazzi, sono scivolata via lenta e placida come il loro fiume.
L’arrivo a Vienna è stato per me come vincere il giro d’Italia: un momento di grande commozione.
Ce l’avevo fatta: avevo percorso i miei primi 10 giorni in sella…..
Vienna ci ha accolto con la sua signorilità: città anche questa per i ciclisti con piste ciclabili, parcheggi per biciclette, metropolitane per biciclette.
Il Duomo, Hofburg, Schoenbrunn, la principessa Sissi, il Ring e la cordialità dei viennesi.
Il tutto in compagnia della mia bicicletta: anche il tempo sembra essersi adattato alla mia pedalata: non corre più ma scorre, pieno, carico di promesse, come il Danubio.
E per la prima volta in vita mia non mi sono sentita n colpa mentre seduta
nella pasticceria Sacher mi gustavo una fetta della famosa torta con una marea di panna montata. Tanto alla ciccia ci hanno pensato i pedali………

Patrizia e Giorgio

PEDALANDO SULL'ACQUA

Ciclabile dell'Elba e della Moldava

Germania / Repubblica Ceca

Ciclabile dell'Elba e della Moldava / Da Praga a Dresda

Il viaggio tra Praga e Dresda è stato fantastico! Sia le città, che la pedalata, che il gruppo, che gli accompagnatori!! Dario è una forza e Giampe te lo abbiamo restituito tutto intero, pronto per la Krimml-Salisburgo!!
Peccato siano già finite le vacanze :-(

Sara

Da Praga a Dresda

Iscriviti alla
newsletter

Per essere sempre informato sui nostri viaggi e iniziative!

 

Partecipa al nostro concorso con le foto o il racconto della tua vacanza Zeppelin!

 

payment